Vivo NEX Dual Display è molto accattivante sotto il punto di vista estetico, la presenza di due schermi – uno frontale ed uno posteriore – lo rende uno fra i device più interessanti che ci sono in circolazione al momento. Il dispositivo è meno delicato di quanto sembri, è riuscito a resistere bene alle torture di JerryRigEverything. Purtroppo però, sembra che il suo più grande limite sia la riparabilità: se si rompe, è molto complicato riuscire a ripararlo.

Vivo NEX Dual Display: meglio non farlo cadere

Il noto youtuber, che sottopone gli smartphone più popolari a test di resistenza prima e li smonta per verificarne la riparabilità dopo, si è subito reso conto del limite principale di NEX Dual Display: come aprirlo per accedere ai componenti interni?

Già perché è meglio evitare il frontale, c’è il display, ma è anche sul posteriore ce n’è uno. L’unico modo è quello di procedere comunque smontando il back panel, ma lo stesso Zak (ormai esperto) ha rotto il vetro protettivo posteriore mentre iniziava a rimuoverlo.

Ad ogni modo, lo youtuber è riuscito a rimuovere il secondo schermo, passando ad analizzare i componenti interni: la principale difficoltà evidenziata è che la maggior parte della componentistica principale è attaccata allo schermo principale, il rischio di danneggiarne qualcuna (o di lesionare il display) durante la rimozione è concreto.

Dunque, come ribadiamo ogni volta che si tratta di smartphone molto costosi, è bene tenere a mente che Vivo NEX Dual Display non è facilmente riparabile nel caso dovesse rompersi per cadute accidentali oppure smettere di funzionare correttamente per altre cause, potreste non poterlo più utilizzare. Considerando la presenza del doppio display, nemmeno la batteria è semplice da sostituire!

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Slashgear