A Carnevale ogni scherzo vale, ma queste finte videocamere di sorveglianza in vendita su Amazon non sono uno scherzo. Sono, semmai, un inganno. Adottarne qualcuna sugli ingressi, su quell’angolo dove il vicino di casa getta le cartacce, su quel portoncino dove qualche buontempone porta il cane a fare i bisogni o presso una finestra priva di protezioni potrebbe avere un effetto preventivo che va oltre il solo monitoraggio post-effrazione.

Videocamere finte, ma comunque efficaci

Con 20,09 euro è possibile far proprie quattro unità Idaodan: impermeabili, con led rosso lampeggiante, perfettamente sviluppate per simulare una visione notturna con sensori che sono, in realtà, del tutto finti. Non serve alcuna unità centrale di registrazione delle immagini, né serve un complesso cablaggio, ma soprattutto non servono investimenti supplementari. Pochi euro, qualche tassello e la difesa è sviluppata.

Videocamera finta per la videosorveglianza

Non serve nulla di ulteriore perché, semplicemente, le videocamere sono del tutto finte. Finte, ma non inutili: ladri e vandali non potranno che essere disturbati dalla presenza di questi occhi posizionati sulla loro strada e, nel dubbio, tenteranno altrove le proprie scorribande. Un consiglio: essendo un obbligo di legge per la vera videosorveglianza esterna, posizionare un paio di questi avvisi nei paraggi delle unità installate renderà più credibile l’impianto. Un paio di lampade solari ad accensione automatica (solo 22,05 euro in tutto per poche ore ancora), inoltre, andrebbero a completare il quadro illuminando a giorno il perimetro non appena si dovesse avvicinare una presenza, mettendone a luce il volto. La combo con le videocamere può essere estremamente efficace, pur spendendo molto poco.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.