Non solo novità hardware per gli smartphone di Google: l’annuncio di Pixel 3a e Pixel 3a XL dal palco dell’I/O 2019 porta con sé alcune funzionalità inedite. Tra queste la registrazione video Time-lapse integrata nella fotocamera preinstallata sui dispositivi. Possiamo confermare la sua presenza anche sugli altri modelli della gamma, avendola messa alla prova sul flagship Pixel 3 XL.

Smartphone Pixel e video Time-lapse

Un filmato realizzato con questa modalità risulterà poi accelerato in fase di riproduzione. È l’effetto spesso utilizzato per gli intermezzi nei film o negli episodi delle serie TV dove, ad esempio, le nuvole sembrano muoversi velocemente nel cielo o le persone camminare rapidamente su una strada o all’interno di un edificio. Per poter dare libero sfogo alla propria creatività e creare video Time-lapse con i Pixel non bisogna far altro che aprire l’applicazione Fotocamera, fare tap sulla sezione Altro e infine selezionare l’apposita voce. Se ancora non compare è possibile forzare l’aggiornamento dell’app.

La funzionalità Time-lapse nella fotocamera degli smartphone Pixel

A questo punto viene chiesto quanto velocizzare la ripresa, scegliendo tra diverse opzioni: 1x (nessuna accelerazione), 5x (50 secondi diventano 10 secondi), 10x (da 100 a 10 secondi), 30x (da 5 minuti a 10 secondi) o 120x (da 20 minuti a 10 secondi). Non è da escludere che in futuro Google possa aggiungere ulteriori parametri di configurazione o consentire agli utenti di stabilire in modo più preciso un valore intermedio e personalizzato.

La registrazione di video Time-lapse con la fotocamera degli smartphone Pixel

Consigliamo fortemente di eseguire la registrazione affidandosi a un supporto, sia un piccolo treppiede o un cavalletto, così da garantire una stabilizzazione ottimale dell’inquadratura e non compromettere la qualità del risultato finale. Di seguito un paio di esempi forniti da bigG che mostrano i risultati ottenuti. Il primo è realizzato da un’imbarcazione in movimento su uno specchio d’acqua, al tramonto.

Il secondo dall’alto di un edificio, riprendendo uno scorcio cittadino (in verticale).

Ci sarà modo di mettere alla prova la funzionalità, con la quale creare contenuti in pieno stile social, da condividere poi sulle bacheche Facebook o Instagram. È bene precisare che già esistono parecchie applicazioni che fanno altrettanto, ma la sua integrazione all’interno della fotocamera di sistema è certamente cosa utile e gradita nonché valore aggiunto per la gamma Pixel.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum