Di solito i produttori di smartphone lanciano un modello base di cellulare e in seguito arricchiscono la gamma con modelli più o meno ricchi, denominati “mini”, “light”, “compact” o “max”. Per il Vernee Apollo non è stato così. Il primo ad arrivare sul mercato (qualche mese fa) è stato il fratello minore, l’Apollo Lite. Ora invece spunta anche il modello base, quello di riferimento, con la scheda tecnica più ricca. Intendiamo il Vernee Apollo vero e proprio.

Vernee Apollo
Vernee Apollo

Il produttore non l’ha ancora svelato ufficialmente, per così dire. La sua prima uscita ufficiale è stata l’expo GITEX 2016 di Dubai. Come potete vedere da questi scatti, MediaTek ha posizionato nel suo stand anche questo nuovo smartphone tra gli altri device che montano chip della famiglia “Helio”. Stando a quanto riportano le cronache, sembra che il nuovo Vernee abbia destato l’attenzione dei media e dei visitatori.

Vernee Apollo
Vernee Apollo e InnJoo Max 3

Il Vernee Apollo – diciamolo – è un signor apparecchio LTE: monta un SoC MediaTek Helio X25 – dunque 10 core ARM cloccati a 2,5GHz – RAM da 4GB, memoria di massa da 64GB, una fotocamera posteriore con sensore SONY IMX230 – in grado di catturare foto sino alla risoluzione di 21 megapixel – e una fotocamera anteriore con sensore da 8 megapixel di marca e modello sconosciuti. Per il device come schermo è stato scelto un grande display da 5,5 pollici con risoluzione 2K (2048 x 1152 pixel) e definizione da 541ppi (punti per pollice). Attenzione perché ad una prima occhiata il tutto potrebbe sembrare un po’ “plasticoso” (come ormai si dice in gergo), ma la cornice in metallo che circonda i quattro bordi dovrebbe essere un elemento che rende la scocca sufficientemente robusta.

Nuovi smartphone con SoC MediaTek - GITEX 2016
Nuovi smartphone con SoC MediaTek – GITEX 2016

Per il momento sul Vernee Apollo non ci sono molte altre notizie. Non sappiamo cioè quando arriverà in commercio, né in quali paesi. Sconosciuto anche il prezzo. Comunque l’annuncio ufficiale del produttore – che non dovrebbe tardare molto – ci toglierà tutte le curiosità sul dispositivo.