Se l’anno che si è appena concluso ha fatto riscontrare ottimi risultati di vendita in Europa per i computer palmari, le cose sono andate decisamente meglio per gli smartphones, con vendite che hanno toccato i 2.2 milioni di pezzi nell’ultimo trimestre del 2003. I dati emergono da una recente ricerca condotta dalla società specializzata Canalys, che ancora una volta registra il sorpasso di Palm da parte di HP per quanto riguarda le vendite di computer palmari. Nokia resta comunque salda al primo posto, con 1.74 smartphones venduti nell’ultimo trimestre, seguita da Sony Ericsson e Motorola, rispettivamente con 216 e 142 mila pezzi venduti.

‘Con la crescita degli acquisti delle aziende per quanto riguarda le soluzioni basate su dispositivi portatili, i produttori di smartphones vogliono avere influenza sul mercato’, spiega Rachel Lashford, analista presso Canalys. ‘Nokia continua a migliorare la propria gamma di prodotti e ha tratto beneficio in questo ultimo trimestre dalle forti consegne del 6600, quello che si può definire come lo smartphone di Nokia più adatto alle aziende. Nokia punterà moltissimo quest’anno sul mercato delle soluzioni business ed il sistema operativo Symbian può vantare adesso un livello di diffusione tale da renderlo una valida alternativa per il settore aziendale’.

Secondo l’analisi di Canalys il nuovo smartphone di Sony Ericsson, il P900, sta ottenendo risultati migliori del modello precedente, Siemens si è affacciata solo recentemente sul mercato con le prime consegne dell’SX1. Motorola con l’A920 ha saputo sfruttare i ritardi di Nec con i terminali 3G oltre ad aver ottenuto risultati incoraggianti con l’MPx200.