Finora l’azienda di Redmond non ha ancora rilasciato alcun dato ufficiale, così come le case produttrici di telefoni che supportano il Sistema Operativo di Microsoft Windows Phone 7, ma alcuni analisti, primo fra tutti il riconosciuto russo Eldar Murtazin, affermano che le vendite riferite al 2010 siano da definirsi addirittura “catastrofiche”. Le case produttrici hanno immesso sul mercato circa 1,5 milioni di devices, ma dalle informazioni raccolte pare che le vendite non arrivino neppure alla metà (per la precisione a 674 mila unità). Ci si attende ora un commento da parte di Microsoft riguardo tali stime, ed un’eventuale pubblicazione di dati ufficiali, al fine di verificare la veridicità delle informazioni diffuse dagli analisti. Rimane valido il fatto secondo cui entrare in un mercato in cui iOS e Android sono realtà già consolidate e in fase di maturità crea certamente ai nuovi concorrenti difficoltà in termini di visibilità e di acquisizione di fiducia da parte tanto dei clienti finali quanto degli sviluppatori di applicazioni. Windows Phone 7
Il CEO di Microsoft, Steve Ballmer