Sony Ericsson ha registrato un secondo trimestre 2009 ancora difficile, ma la perdita è in linea con le attese.
Il periodo aprile-giugno si è chiuso con una perdita netta di 213 milioni di euro rispetto ai 293 del trimestre precedente. I ricavi sono scesi a 1,684 miliardi da 2,820 dello stesso periodo del 2008 (-40%), mentre i 13,8 milioni di cellulari venduti fanno registrare una flessione del 43% rispetto allo scorso anno.
Il prezzo medio di vendita dei cellulari è salito da 120 euro del primo trimestre a 122 euro. La quota di mercato di Sony Ericsson è di circa 5 punti percentuali.

"Come previsto, il secondo trimestre è stato impegnativo e crediamo che anche il resto dell’anno sarà difficile per Sony Ericsson. Il nostro obiettivo è quello di portare l'azienda nuovamente alla redditività e alla crescita il più rapidamente possibile, e i primi segnali si stanno vedendo grazie alla nostra attività di riduzione dei costi" ha dichiarato Dick Komiyama, Presidente di Sony Ericsson.