Maggiore protezione per i minori dai contenuti non adatti a loro.
Secondo quanto deliberato dall’Autorità garante per le comunicazioni, infatti, gli operatori dovranno modificare l’accesso ai contenuti riservati ad un pubblico adulto.
Per accedere a detti contenuti, quindi, i sottoscrittori (maggiorenni) dovranno sottoscrivere una clausola specifica e separata dal resto del contratto e attivarla tramite un codice personale.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum