Se non fosse che associazioni di consumatori e Samsung stessa abbiano invitato i possessori di qualsiasi unità di Galaxy Note 7 a sostituirla immediatamente, non farebbe tanto scalpore trovare sugli scaffali di un negozio asiatico i phablet col pennino in bella mostra venduti a «un prezzo speciale». Ma c’è un recall ufficiale di mezzo, per cui la cosa è quanto meno strana.

Il negozio di Hong Kong
Il negozio di Hong Kong

Ma da come si vede dall'immagine, ai proprietari del negozio poco importa del Recall. È pur vero che, batteria a parte, è opinione comune che il Galaxy Note 7 abbia caratteristiche davvero uniche e difficilmente riscontrabili in altri smartphone attualmente in vendita, ma il problema c'è, è acclarato, esiste. Possedere un Galaxy Note 7 potrebbe essere effettivamente pericoloso.

Forse il negoziante non riesce a mandare indietro i Note 7 per via del blocco da parte delle compagnie di aviazione? O visto che Samsung ha dichiarato che chi sostituisce il Galaxy Note 7 potrà ricevere gratis il flagship 2017 della compagnia, vuole dare l'opportunità a nuovi utenti di poterne fruire? O, forse, è indirizzato a un tipo di clientela che non teme il rischio, amante irriducibile di materiale pirotecnico.