In Italia è arrivato UbiSafe, un nuovo servizio ideato da UbiEst che consente di localizzare con precisione i propri familiari e di seguirne in tempo reale gli spostamenti da un computer o dal proprio cellulare.

Il dispositivo è un piccolo localizzatore GPS di soli 70 grammi, interrogabile dal telefono cellulare del genitore, per verificare ad esempio la velocità dei figli al volante ed essere avvisati via sms se supera i limiti di velocità impostati.   
UbiSafe aiuta anche ad avere sotto controllo la posizione dei propri figli: la funzionalità “geo-fencing” consente ad esempio di impostare un’autonomia di movimento prestabilita e se il bambino si allontana dal «recinto» previsto – il parco o il cortile della scuola – scatta l'sms di avvertimento e rintracciarlo diventa veloce perché sul telefonino si possono vedere la sua posizione e gli spostamenti.
In pratica UbiSafe è un sistema di sicurezza grazie al quale un piccolo gruppo di persone (ad esempio una famiglia) può rintracciarsi in qualunque momento.

UbiSafe
UbiSafe

Per essere “localizzabili” bisogna disporre di un telefono di ultima generazione con GPS integrato oppure acquistare il localizzatore “UbiSafe box” da portare in tasca, in borsetta o nello zaino.
Chi invece “localizza” può farlo collegandosi ad un’area web dedicata oppure installando sui cellulari compatibili il software UbiSafe che trasforma il telefonino in una vera e propria “centrale di controllo” da cui vedere dove sono i propri familiari, tracciarne gli spostamenti, ricevere allarmi in caso di entrata o uscita da area designate.

Se non si dispone di un cellulare di ultima generazione si può sottoscrivere il servizio UbiSafe SMS: basta un messaggio al centro servizi UbiSafe col nome del figlio o del marito per ricevere un SMS con l’ultima posizione nota e la velocità.
Il localizzatore tascabile è in vendita sul sito ubisafe.com al prezzo di 199,99 euro, mentre il software mobile UbiSafe è sottoscrivibile su abbonamento da 14,99 euro al mese o 119,99 euro per un anno.

UbiSafe
UbiSafe

UbiSafe è stato presentato come prototipo allo scorso Mobile World Congress di Barcellona, dove si è aggiudicato il Grand Prize al concorso NAVTEQ Global LBS Challenge che premia le migliori soluzioni basate sulla localizzazione.