A partire da lunedì 19 settembre, Twitter non conteggerà nei 140 caratteri (il limite fissato) gli allegati (sondaggi, immagini, gif, video) e tweet citati come risposta. Lo afferma The Verge riportando, tra l’altro, le parole che il CEO del social network, Jack Dorsey, aveva rilasciato a maggio in merito a questa risoluzione: «È il più rimarcabile cambiamento che abbiamo fatto ultimamente sulla conversazione per permettere agli utenti più espressività nei 140 caratteri».

Jack Dorsey, CEO di Twitter
Jack Dorsey, CEO di Twitter

Ma a queste parole, da maggio in poi non è seguito alcun fatto. Anzi, sembrava che queste intenzioni fossero sulla strada del dimenticatoio dopo che lo stesso CEO a gennaio aveva sottolineato come il limite di 140 caratteri rappresentava un "bel vincolo" e che Twitter non avrebbe mai dovuto perdere la creatività, la brevità e la velocità che consegue al limite di caratteri. The Verge però afferma che le cose cambieranno e che già da lunedì prossimo, 19 settembre, i propositi di maggio si tramuteranno in realtà.
Così facendo, gli utenti potranno concentrarsi meglio sul messaggio, senza dover sacrificare molto sull'altare degli allegati e dei link acclusi al messaggio.