Il Consiglio di Amministrazione di Tim ha esaminato ieri su proposta dell’Amministratore Delegato Marco De Benedetti, i dati preliminari e tuttora in corso di revisione da parte degli auditor esterni, dell’esercizio 2003. I ricavi preliminari consolidati, pari a 11.782 milioni di euro, registrano una crescita dell’8,4% rispetto al precedente esercizio confermando gli obiettivi di sviluppo delle attività sia sul business domestico sia su quello internazionale. L’apporto dell’Area internazionale è pari a 2.351 milioni di euro in crescita del 18,4%, in particolare i ricavi del Brasile raggiungono 1.271 milioni di euro (+23,5%, +54,9% a parità di cambio). Analizzando il quarto trimestre i ricavi si attestano a 3.147 milioni di euro in crescita del 10,2% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio.

Il margine operativo lordo (MOL), pari a 5.502 milioni di euro, aumenta del 9,2% rispetto all’esercizio 2002 (+10,2% a parità di cambio). L’incidenza del MOL sui ricavi si attesta al 46,7%, in crescita rispetto al valore dell’esercizio precedente (46,4%) pur a fronte dell’impatto relativo allo start-up del GSM in Brasile. Il risultato operativo, pari a 3.786 milioni di euro, presenta una crescita del 12,7% rispetto all’esercizio 2002 ed un’incidenza sui ricavi che raggiunge il 32,1% (30,9% nel 2002). La posizione finanziaria netta è positiva e pari a 934 milioni di euro, in miglioramento di 2.856 milioni di euro rispetto alla posizione finanziaria netta negativa per 1.922 milioni di euro al 31.12.2002. Il Free Cash Flow operativo (risultato operativo+ammortamenti-investimenti tecnici, al netto della variazione del capitale circolante operativo) È pari a 3.746 milioni di euro raggiungendo un’incidenza sui ricavi del 31,8% rispetto al 27,0% dell’esercizio precedente. Gli investimenti industriali sono pari a 1.957 milioni di euro, di cui 1.194 dedicati al business domestico. Il numero delle linee mobili del Gruppo Tim è pari a circa 44,5 milioni, con un incremento del 13,8%, rispetto alle consistenze di fine 2002. Le linee GSM in Brasile raggiungono 2,7 milioni (2,5 milioni relativi allo start-up) con un incremento di 2,4 milioni rispetto al 31.12.2002.

Nel quarto trimestre dell’anno, ed in particolare durante la campagna natalizia, Tim ha registrato un significativo risultato acquisendo 725 mila nuove linee. Tim, con 26.076 mila linee al 31 dicembre 2003 (+3,1% rispetto al 31 dicembre 2002, in linea con il trend di crescita registrato al 30 settembre 2003, pari a 26.051 mila linee), conferma la sua posizione di leader nel mercato domestico. Questo valore non include, a partire dal 31 dicembre 2003, 700 mila linee ‘silenti’. In tal modo è possibile garantire maggiore coerenza tra il numero delle linee gestite e lo sviluppo delle attività.