TIM si adegua alla delibera AGCOM in merito all’attivazione di default del blocco dei servizi a contenuto nelle nuove SIM. Ecco tutti i dettagli relativamente alle novità in arrivo.

TIM: blocco dei servizi, come funziona

Per le SIM attivate a partire dal 25 Novembre il blocco dei servizi a sovrapprezzo è già presente. Questo vale sia per le nuove SIM che quelle richieste in portabilità.

Oltre al cosiddetto barring, vengono di fatto bloccati anche gli SMS bancari, i servizi di televoto e sulle numerazioni a sovrapprezzo.

Per le SIM dell’operatore blu attivate prima del 25 Novembre è possibile comunque richiedere l’attivazione del blocco dei servizi a contenuto tramite 119 oppure è possibile attivarlo direttamente dall’app MyTIM.

Se ad esempio si sono attivati questi servizi ed hanno comportato uno scalo di credito è possibile, sempre al servizio clienti, richiedere il rimborso di questi servizi indesiderati.

Blocco: è possibile disattivarlo?

Il cliente in qualsiasi momento può richiedere la disattivazione del blocco dei servizi a contenuto qualora necessitasse di fare delle operazioni che altrimenti sarebbero impossibili come ad esempio ricevere gli SMS bancari, televotare il proprio personaggio preferito oppure chiamare un numero con prefisso a pagamento. È possibile, dunque, disattivare attraverso il Servizio Clienti 119 questo blocco VAS oppure mandando un semplice SMS sempre allo stesso numero con scrittodisattivazione servizi VAS”.

Fonte:Mondo Mobile Web