Continua il riassesto del gruppo
Telecom dopo l’avvento di Pirelli. Questa volta a farne le spese saranno le
partecipazioni di minoranza che l’ex monopolista detiene in alcuni consorzio
satellitari.

Telecom possiede infatti, ad oggi,
il 20.5% di Eutelsat,
il 2.8% di Intelsat,
il 2.1% di Inmarsat
e il 3,9% di New Skies Satellites. Tutte queste quote saranno trasferite ad
una nuova società, che sarà partecipata al 30% da Telecom Italia ed al 70% da
Lehman
Brothers Merchant Banking Partners
e da altri investitori, tra cui IntesaBci,
Interbanca e il Mediocredito Centrale. Il 30% di Telecom Italia sarà, però,
messo in vendita non appena Eutelsat, Intelsat ed Inmarsat verranno quotate
in Borsa, evento che dovrebbe avvenire entro 2-3 anni. Fino ad allora Telecom
Italia avrà diritto a nominare un consigliere della nuova società ed un consigliere
nel CDA di Eutelsat. Al termine dell’operazione Telecom Italia dovrebbe incassare
550 milioni di Euro circa.