Il mercato dei wearables ha un futuro decisamente roseo. La società di analisi IDC prevede una forte accelerazione delle vendite complessive di wearable device nel mondo.

Nel 2013, a livello mondiale, sono stati venduti 6,2 milioni di device indossabili, sottolinea IDC. Entro la fine del 2014 le consegne nel mondo raggiungeranno quota 19,2 milioni, con una crescita del 209%. Nel 2018 le stime di IDC indicano che saranno consegnati 111,9 milioni di device, il che porterà la crescita media annua (CAGR) nel periodo 2013-2018 ad assestarsi sul 78,4%.

I produttori di smartphone stanno investendo sempre più in questo settore ed i tradizionali produttori di orologi non restano certo a guardare. La società svizzera Tag Heuer, già nei mesi corsi ha rivelato la sua intenzione di realizzare uno smartwatch e sembrerebbe che il CES di Las Vegas, che aprirà i battenti all’inizio del prossimo anno, sarà il palcoscenico ideale per l’annuncio ufficiale di questo device.

Lo smartwatch di Tag Heuer dovrebbe essere dotato di un processore di Intel e, apparentemente, non differirà da un tradizionale orologio anche se offrirà informazioni su passi, calorie e qualità del sonno.