È il caso di dirlo? Android e Windows sono sistemi totalmente differenti e, chiaramente, concorrenti. Un integrazione tra i due OS parrebbe quindi impossibile da immaginare.
Forse, ad accorciare le distanze che esistono tra loro, potrebbe però contribuire l’uso combinato dei due: chi possiede dispositivi che usano entrambi i sistemi auspicano ovviamente un dialogo tra le piattaforme.

Cade a proposito una scoperta sorprendente: Samsung sta sviluppando una funzionalità chiamata "Galaxy Continuity" (che non va confusa con Continuum di Windows 10, quanto con Continuity di Apple).

Galaxy TabPro S, cuore Windows
Galaxy TabPro S, cuore Windows

Grazie a un'app propietaria (Flux D), il proprio smartphone Galaxy dialogherà con semplicità e efficacia con il tablet presentato a gennaio, il Galaxy TabPro S che gira con Windows 10.

La perfetta integrazione permetterà agli utenti di fare telefonate dal desktop, ricevere e rispondere alle notifiche ricevute sui propri smartphone attraverso il computer, o, viceversa, autorizzare pagamenti da computer autenticandosi tramite riconoscimento delle impronte sullo smartphone.
È previsto il rilascio, nei prossimi mesi, di uno stylus Bluetooth che sfrutterà questa funzionalità.