Sulla scorta del successo ottenuto con la A6000, Sony ci riprova con la nuova A6300. Dotata di corpo in magnesio, la rinnovata fotocamera giapponese monta un sensore APS-C Exmor CMOS di nuova concezione da 24,2 megapixel, assistito dal processore proprietario Bionz-X e da un innovativo sistema di messa a fuoco a rilevazione di fase basato su ben 425 punti

Sony A6300
Sony A6300

La mirrorless della maison asiatica scatta nei formati JPEG/RAW fini a 11 pose al secondo (8 in modalità Live View) e con una sensibilità ISO in un range compreso tra 100 e 51.200. È in grado di acquisire filmati con risoluzione 4K e di mettere a fuoco in appena 0,05 secondi grazie alla tecnologia proprietaria 4D Focus

A bordo anche un mirino elettronico OLED con 2,4MP di risoluzione, un LCD orientabile da 3 pollici e connettività Wi-Fi/NFC, prerogativa, quest’ultima, che assicura interazione e compatibilità con terminali basati su iOS/Android tramite l’app proprietaria PlayMemories Mobile. Disponibile da marzo al prezzo di 1.250 euro, solo corpo.