Ogni volta che Sony pubblica i risultati trimestrali si parla di una sua prossima uscita dal mercato mobile. Da diversi trimestri a questa parte l’azienda deve fare i conti con risultati inferiori alle aspettative, motivo per cui da più fronti è soffiato un vento di pessimismo. Ma il responsabile della divisione Hiroki Totoki, subentrato nel ruolo lo scorso novembre, ha messo la parola fine a tali speculazioni affermando, nel corso di un’intervista con Arabian Business, che tale mercato è troppo importante per l’azienda giapponese per pensare di abbandonarlo.

Sony Xperia Z3 Compact
Sony Xperia Z3 Compact

Secondo Totoki, l’idea che Sony potesse lasciare il mercato Mobile è nata dopo la revisione dei conti relativi all’acquisizione della totalità della vecchia Sony-Ericsson e alla luce della vendita della sua divisione PC, che produceva i laptop Vaio, fatto che ha portato parte del pubblico a credere che Sony potesse fare lo stesso con gli smartphone.

Gli smartphone però sono diventati parte integrante della vita di tutti i giorni e sono connessi anche agli altri dispositivi: “L’opportunità di diversificare è molto grande. Ci stiamo dirigendo verso l’era dell’Internet delle Cose e dobbiamo produrre un certo numero di nuove categorie di prodotti nel mondo, altrimenti potremmo rimanere indietro in un importante segmento commerciale”.

Per migliorare la situazione della divisione mobile, Totoki ha spiegato
che la dirigenza taglierà il costi del 30 per cento e il personale del
20 per cento entro la fine del 2016, anno in cui il CEO prevede di
tornare a un punto finanziariamente positivo. 

Hiroki Totoki
Hiroki Totoki

Secondo Totoki, ciò che privilegiano gli utenti sono fotocamera, schermo e qualità audio. “Sono richieste basilari – i consumatori vogliono la qualità. Ed è in quest’area che vogliamo integrare nuova tecnologia per offrire una migliore esperienza utente e un miglior feeling per il consumatore”.