Nel corso dell’anno che si è appena concluso è praticamente triplicato il numero delle famiglie italiane che si collegano ad Internet tramite tecnologie a banda larga. La notizia arriva dal ministro per l’Innovazione Tecnologica, Lucio Stanca, durante il secondo summit sulla comunicazione.

‘I dati che emergono sono molto positivi: il personal computer, Internet e la banda larga sono infatti le tecnologie che hanno avuto il più alto tasso di crescita nel 2003 fra tutte le dotazioni tecnologiche delle famiglie italiane’, commenta il ministro Stanca, che ha aggiunto che sono ormai 1.7 milioni le famiglie che dispongono in casa di un collegamento broadband e più di 250 mila famiglie dispongono già di collegamenti ad oltre 2 Mbit/s.

‘Il governo – conclude Stanca – è impegnato con politiche di informatizzazione nella scuola, per i giovani, per le imprese, per i meno abbienti, per chi rischia di rimanere escluso dall’accesso a queste tecnologie come fonte di conoscenza, di crescita, in quanto chi viene escluso dall’utilizzo di tali tecnologie nella loro capacità di promuovere l’ apprendimento, il lavoro o il tempo libero, subisce un’emarginazione così forte da configurare un segnale di democrazia imperfetta’.