Attenzione, attenzione: secondo quanto si apprende in rete, sembra che il gigante della tecnologia americano stia effettivamente lavorando su un nuovo dispositivo avente lo schermo… pieghevole. Stavolta non ci riferiamo ad Apple e al suo iPhone Fold, ma a Google con un Pixel decisamente molto particolare.

Google Pixel: il pieghevole che non ti aspetti

Il mercato dei telefoni pieghevoli dovrebbe vedere un’impennata proprio quest’anno con l’aggiunta di nuovi players sul mercato. Uno dei grandi nomi che si vocifera dovrebbe lanciare un telefono pieghevole quest’anno è proprio Google. Dopo aver sentito che Samsung potrebbe occuparsi della produzione dello schermo OLED del suddetto device per BigG, ora un noto leaker ha confermato che l’azienda sta effettivamente pianificando il lancio e lo sviluppo di un telefono Pixel pieghevole.

Le informazioni provengono da Jon Prosser, meglio conosciuto per le sue fughe di notizie relative ad Apple. Il tipster ha pubblicato un tweet in cui ha affermato che ” il Pixel Fold è una cosa concreta”. In una risposta a un post in cui gli sono state chieste nuove informazioni relative alla data di uscita di questo device, l’uomo ha affermato che questo arriverà sul mercato entro la fine dell’anno corrente… o al massimo, all’inizio del prossimo anno. Ovviamente, avrà un nome tutto nuovo e non si chiamerà “Pixel Fold”.

Google ha già aggiunto il supporto per i telefoni pieghevoli con il rilascio di Android 10. Il sistema operativo ora supporta nativamente i device con pannelli pieghevoli e con diversi form factor: funzionalità come le app ridimensionabili e il supporto multi-finestra per più di due software sono state integrate in Android.

All’inizio di questa settimana, è stato riferito che Samsung realizzerà i display OLED pieghevoli per Google, Xiaomi e OPPO. Ci aspettiamo che lo schermo possa avere una frequenza di aggiornamento elevata come il Galaxy Z Fold 2. Tuttavia, non sappiamo se avrà un design simile al Galaxy Z Flip/Motorola Razr o se sarà un telefono che si apre in un modo simil-tablet.

Fonte:Twitter Jon Prosser