Una nuova funzionalità di Pop-Up è stata appena aggiunta all’app Shazam per Android: la feature consentirà agli utenti di identificare i brani riprodotti in app di terze parti senza dover uscire dall’applicazione.

Pop Up Shazam: come funziona

Recentemente acquisito da Apple, Shazam sta portando nuove funzionalità ai suoi utenti, anche se questa volta saranno solo gli utenti Android a trarne beneficio. Parliamo del “Pop Up Shazam“, funzione rilasciata nella nuova versione della celebre app che supporta il riconoscimento dei brani riprodotti all’interno dell’app.

Il nuovo update, dedicato ai dispositivi con il sistema operativo di Google, consentirà di oltrepassare il limite che l’app aveva avuto sino ad ora, riconoscendo da adesso anche i brani riprodotti su app terze, senza uscire da questo tipo di applicazione.

Per beneficiare della nuova funzione, sarà necessario abilitare un nuovo pulsante mobile sovrapposto sullo schermo. Quando il nuovo pulsante sarà autorizzato, verrà visualizzata una notifica stabile nel drawer delle notifiche, che dovrà essere utilizzata per attivare il Pop Up. Ogni volta che l’utente vorrà utilizzare Shazam per identificare una canzone, dovrà pigiare semplicemente il pulsante mobile Pop Up.

 

Si potrà, naturalmente, ignorare sia il pulsante che la notifica persistente semplicemente trascinando il tasto nella parte inferiore del display, per farlo sparire. Se si desidera spegnere la notifica persistente, sarà necessario disattivare la funzionalità dal menu delle Impostazioni di Shazam o scorrere verso il basso la notifica e toccare Disattiva.

Ricordiamo, come detto all’inizio di questo articolo, che la nuova funzionalità “Pop Up Shazam” è disponibile nell’ultima versione di Shazam per Android ed già stata caricata nel Play Store del colosso di Mountain View. Se hai installato l’app, dovrebbe essere disponibile per il download un nuovo aggiornamento, in caso contrario, siamo certi che il nuovo update raggiungerà il tuo telefono molto presto. Per il momento, i dispositivi iOS non riceveranno la funzione, che potrà arrivare comunque nelle prossime settimane o entro qualche mese.

Fonte: Phonearena