Per ora non ci sono dubbi, il futuro
dei display dei cellulari è nella tecnologia LCD. Se ne sono resi conto i costruttori
orientali, pronti a lanciare diversi prodotti con display realizzati con questa
tecnologia.

La coreana Samsung, ad esempio,
ha da poco presentato un nuovo cellulare con display LCD dallo spessore infinitesimale.
Si tratta del primo terminale a scendere sotto il centimetro di spessore. L'SPN-N2000
per ora non funziona sulla rete GSM, ma non è escluso che ne venga prodotta
una versione apposita. Altre aziende del settore hanno in programma il lancio
di nuovi telefonini con display LCD, in particolar modo per il Mobile Internet.

In Giappone, KDDI, il secondo operatore
del paese del Sol Levante, sta sviluppando un nuovo cellulare per il suo sistema
concorrente all' i-Mode, l' EZweb, con un display LCD a matrice attiva. Il lancio
del cellulare è previsto per il mese di agosto. Le dimensioni del display, realizzato
da Toshiba, sono di poco superiori a quelle attuali, ma la qualità delle immagini
è a dir poco strabiliante.

I vantaggi dell'utilizzo dell'
LCD (liquid crystal display) sono chiari. I display sono molto meno spessi,
più leggeri, con una qualità visiva maggiore e con un fabbisogno energetico
ridotto, di conseguenza il futuro dei display per i telefoni cellulari passerà
senz'altro dall' LCD. Purtroppo, l'unica nota negativa per i display LCD di
nuova concezione è il prezzo, molto maggiore dei display normali. Ovviamente,
con l'aumento della produzione, i prezzi sono destinati a calare.