La guerra dei browser vede sempre un prodotto Microsoft come antagonista: è il triste destino toccato al gigante di Redmond.
Archiviato il braccio di ferro con Netscape che ha infiammato il mondo tecnologico qualche lustro fa, ora deve impegnarsi a battere Opera.
Diciamocelo chiaro: in un certo senso è proprio Microsoft che se le va a cercare, se è vero (com’è vero) che qualche tempo fa ha pubblicato un video il cui scopo era dimostrare la superiorità della gestione della batteria da parte di Edge rispetto a Chrome.

Il test fatto da Opera
Il test fatto da Opera

Microsoft non aveva previsto che un altro browser si sarebbe fatto avanti, mettendosi in mezzo tra il suo browser e quello di Google. Non aveva messo in preventivo che Opera aspirasse a brandire il titolo di primo della classe.

Quest'ultima società ha infatti pubblicato i risultati di un test di benchmark che dimostrano come il vero browser «salva batteria» è proprio il suo. Il test effettuato segue un video pubblicato da Opera qualche settimana fa in cui, tramite timelapse, viene mostrata la bontà della sua opzione «Salva batteria ON».

È vero pure che non si vive di solo «autonomia»: anche altri fattori concorrono ad eleggere il miglior browser. Resta poi all'esperienza utente e al gusto personale decidere attraverso quale browser navigare.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum