Oltre a smartphone e dispositivi indossabili, Samsung sembra concentrarsi molto anche sul suo servizio SmartThings. L'anno scorso, il gigante sudcoreano ha introdotto la funzionalità SmartThings Find che aiuta a trovare facilmente i dispositivi Galaxy; ha anche aggiunto il supporto per Google Nest al suo servizio. Adesso però, pare che stia apportando due nuove entusiasmanti aggiunte alla piattaforma; stiamo parlando dell'integrazione con Bixby e della possibilità di non essere tracciati.

Samsung SmartThings: cosa cambia?

Il gigante della tecnologia sudcoreano ora sta portando l'integrazione di Bixby al suo servizio SmartThings. Adesso sarà possibile trovare gli SmartTag a mani libere semplicemente utilizzando i comandi vocali. Per coloro che non lo sanno, Galaxy SmartTags è il nuovo tracker GPS Bluetooth che l'azienda ha lanciato all'inizio di quest'anno. Con questa nuova aggiunta, sarete in grado di utilizzare comandi come “Ciao Bixby, dov'è il mio portafoglio“, se il tag è assegnato al portafoglio, ad esempio.

smartthings

Potrete utilizzare i comandi vocali per qualsiasi oggetto a cui avrete collegato SmartThings. Bixby troverà e condividerà la posizione esatta del gadget connesso. L'integrazione vocale dovrebbe tornare utile in vari casi d'uso. La prossima aggiunta al servizio è la possibilità di impedire agli utenti di essere tracciati da SmartTag sconosciuti. Presto sarete in grado di eseguire la scansione di Galaxy SmartTag che non sono di vostra proprietà ma seguono gli stessi schemi di movimento che avete voi.

Questa nuova funzionalità affronterà il potenziale problema di sicurezza e privacy che Galaxy SmartTags porta in tavola. Entrambi combinati sono una solida aggiunta al servizio del brand coreano. Migliorano la sicurezza e la privacy degli utenti, rendendo le cose un po' più accessibili.

Oltre ad annunciare queste due nuove funzionalità, Samsung ha anche rivelato alcune statistiche relative al suo servizio SmartThings. Secondo l'azienda, è il servizio di localizzazione in più rapida crescita al mondo. Per finire, più di 70 milioni di dispositivi ospitano ora la rete SmartThings Find. Inoltre, circa 700 milioni di utenti Galaxy la utilizzano per localizzare i propri dispositivi.

Fonte:SamMobile