One UI è stata introdotta per la prima volta durante l’ultima conferenza organizzata da Samsung per gli sviluppatori di software utilizzati sui propri prodotti. Oggi, sul blog ufficiale del colosso sud coreano sono stati pubbliccati nuovi interessanti dettagli a proposito dell’interfaccia utente.

One UI: pensata per l’utilizzo con una sola mano

Ogni informazione sulla nuova UI è accompagnata un’immagine esplicativa che permette di intuire immediatamente l’argomento. I nuovi dettagli ufficiali riguardano la possibilità di utilizzare il proprio smartphone con una mano, anche in caso di schermi molto ampi.

Infatti, l’interfaccia utente suddivide la schermata delle applicazioni principali – nell’immagine viene mostrata quella dei messaggi – in due aree principali: quella superiore è la zona in cui vengono mostrati i contenuti, mentre quelle sottastante, più vicina alla mano, è dedicata all’interazione.

One UI è permette di focalizzarsi su quello che ci serve quando consultiamo lo smartphone, senza distrazioni. L’esempio mostra il cambiamento della schermata di Bixby dedicata alla giornata: spariscono i troppi dettagli grafici e gli elementi che potrebbero rendere più complicata la comprensione delle informazioni importanti: il tutto si riduce ai dati essenziali.

 

Allo stesso modo, l’interfaccia utente è pensata anche per il benessere fisico di chi utilizza il device. In particolare, One UI dovrebbe prendersi cura della vista degli utenti evitando che gli occhi vengano sforzati troppo a lungo. Questo si concretizza in una modalità notturna interamente personalizzabile ed un tema dark che peraltro evita anche il rischio che i display Super AMOLED (presenti sulla stragrande maggioranza di smartphone Samsung) rischino di essere affetti dal burn-in.

Infine, nel suo ultimo post dedicato alla nuova interfaccia utente, Samsung sottolinea come il design di One UI sia stato pensato per essere semplice ed allo stesso tempo molto gradevole. Più spazio nelle diverse aree di interazione ed icone ridisegnate con linee più morbide. Le premesse perché la nuova UI abbia successo ci sono tutte e le prime versioni beta hanno permesso di raccogliere riscontri positivi da parte di chi l’ha provata. Ora non resta che attendere il rilascio delle prime versioni stabili, per capire se One UI incontrerà effettivamente i gusti e le aspettative degli utenti.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Samsung