La Telecommunication Network Division di Samsung Electronics Italia conferma il trend di crescita degli ultimi anni e chiude il 2005 con un fatturato netto a +61% rispetto al 2004, incremento che, per il terzo esercizio consecutivo, è il più importante fra tutte le divisioni di Samsung in Italia.
Il dato è ancora più significativo se rapportato al tasso medio di crescita dell’intero mercato che nel 2005 è stato del 13,7%.
In aumento anche la quota di mercato di Samsung mobile, che ha raggiunto a volume il 13,3% e a valore 18,9% nel periodo gennaio-dicembre 2005 (fonte GfK, gennaio 2006).

Oltre 3 milioni le unità vendute per un fatturato netto di 620 milioni di euro che rappresenta la metà dell’intero fatturato aziendale e che fa di Samsung TLC la Divisione numero 1 della multinazionale in Italia.
I risultati 2005 collocano stabilmente Samsung TLC tra i player di riferimento del mercato, dopo 5 anni di grande accelerazione che hanno visto la multinazionale posizionarsi fra le prime tre posizioni al vertice della classifica dei produttori.
La Telecommunication Network Division di Samsung ha costantemente raddoppiato le vendite ad unità, con una produttività procapite che ha contribuito, fra gli altri motivi, all’inserimento del responsabile della Divisione Pietro Paolo Rimonti nella classifica degli 8 Supermanager stilata da Manager Italia (su 30.000 manager italiani).
Gli obiettivi futuri che Samsung TLC si è posta sono altrettanto sfidanti: scalare i vertici della classifica e conquistare entro il 2008 la posizione di leadership sul mercato italiano delle tlc.

Pietro Paolo Rimonti, Vice President della Telecommunication Network Division, ha commentato risultati ottenuti e prossimi obiettivi: "Nel 2000 mi ero assunto l’impegno di portare Samsung TLC fra i primi 4 player del mercato e oggi siamo al numero 3. Questo grazie al nostro forte impegno verso l’avanguardia, sia tecnologica che di design. Abbiamo lanciato oltre 50 modelli in 2 anni e "aggredito" il mercato con una strategia orientata ai bisogni dei consumatori, che vogliamo anticipare e non solo soddisfare. Il 2005 è stato per noi un anno di riscaldamento dei motori che ha consolidato la nostra posizione permettendoci di porci un nuovo importante traguardo: scalare il vertice nei prossimi tre anni. Puntiamo alla seconda posizione entro la fine del 2006, per diventare i numeri 1 nel 2008. I risultati che abbiamo ottenuto in Italia sono il premio di un grande lavoro di squadra, che ha visto impegnati tutti i nostri uomini con grande determinazione nel perseguimento degli obiettivi divisionali".

Crescita e cambiamenti anche nella squadra della Divisione a proposito della quale Rimonti ha aggiunto: "Squadra che vince…si cambia, nel senso che credo sia fondamentale gratificare gli sforzi e imprimere nuove energie al team. Abbiamo premiato le nostre risorse con nuovi incarichi di responsabilità e ne abbiamo inserite di nuove; da poco infatti ci ha raggiunti, alla guida del Marketing, Davide Angotta, che affiancherà Paolo Quindici, recentemente promosso alla direzione delle Vendite, Antonio Bosio e Matteo Fedeli, da qualche anno rispettivamente Responsabile dei Prodotti e dell’Assistenza Tecnica: come amo definirli, le nostre 4 punte, sostenute da Federico Zucca, il nostro Controller, che per me è un po’ il nostro difensore."
Linee chiare quelle illustrate da Rimonti sulla nuova strategia che Samsung TLC implementerà in Italia per raggiungere una posizione di leadership del mercato: "Per gli utenti di telefonia, Samsung significa soprattutto innovazione e design, oltrechè prestazioni di alto livello e qualità totale; stiamo quindi puntando a sviluppare ulteriormente questi nostri punti di forza, ed a primeggiare anche negli altri elementi che compongono, in senso allargato, la nostra offerta al mercato – non voglio anticipare nulla, ma le sorprese non mancheranno"

Ampio quindi il fronte dell’innovazione tecnologica e dell’ampliamento dell’offerta: fra il 2006 e il 2007 Samsung TLC si prepara a lanciare in Italia 4 nuove tecnologie, con relativi terminali, che rivoluzioneranno gli scenari della comunicazione mobile e in particolare della Mobile TV.

Nel 2006 arriveranno i nuovi cellulari P910 e P920, con tecnologia DVB-H (Digital Video Broadcasting-Handhelds), lo standard che permette la ricezione del segnale digitale terrestre, sia video che audio, sul cellulare. Si tratta di uno standard particolarmente importante per il mercato italiano perché compatibile sia con la piattaforma CDMA (utilizzata negli USA) sia con la piattaforma GSM (diffusa invece in Europa), con tutte le caratteristiche per replicare il successo di penetrazione che ha avuto la radio nel 1930.

Al DVB-H si affiancheranno l’HSDPA (High Speed Downlink Packet Access) con il nuovo Samsung Z560, che potenzierà l’UMTS soprattutto nel web browsing, nello streaming e nel download di contenuti e l’UMA (Unlicensed Mobile Access) che consente il passaggio delle connessioni voce e dati tra rete fissa e mobile, con enormi vantaggi nella tariffazione e nei consumi. Il modello che supporterà la tecnologia UMA è il P200.

Il 2007 sarà invece l’anno del WiBro (Wireless Broadcasting) la tecnologia Wi-Max mobile sviluppata da Samsung, già in fase di sperimentazione con Telecom Italia e che permetterà una connessione always on e a larga banda, sempre e dovunque, con la possibilità, ad esempio, di guardare la Tv e scaricare file musicali in contemporanea.
Tutto questo senza dimenticare l’importanza del design che, anzi, è una delle leve chiave della strategia Samsung e l’assistenza, con un’attenzione particolare che ha contraddistinto Samsung TLC fin dal 2000 grazie all’introduzione di customer service on line.
"Samsung TLC si è conquistata un importantissimo primato di innovazione tecnologica. Il fatto che il 9% del fatturato mondiale sia costantemente destinato ad investimenti in R&D dà il senso di un forte impegno in questa direzione. – conclude Rimonti – Vogliamo essere i migliori e i primi, e lanciare il futuro della convergenza fra cellulari e broadcasting. Per questo continueremo a guidare l’innovazione dell’esperienza multimediale con nuovi e sofisticati contenuti di musica, gaming e video-on-demand.