Gli ultimi report pubblicati da Samsung relativi al secondo trimestre dell’anno lo avevano anticipato, ed ora il nuovo studio realizzato dal colosso asiatico conferma quanto precedentemente descritto: Samsung sta passando un periodo di difficoltà sul mercato globale.

Il report appena pubblicato dalla stessa azienda sullo stato economico-finanziario degli ultimi due anni mostra un generale declino in termini di market share nella prima metà del 2014, nonostante la crescita nel settore TV (+2.4%), DRAM (+2.7%) e pannelli per display (+1.2%) su scala annuale.

Il calo complessivo è dell’1.9%, passando dal 26.8% dell’anno precedente all’attuale 24.9%, mentre le spedizioni avvenute tra gennaio e giugno 2014 sono state pari a 223.69 milioni di unità.

Nonostante il tentativo da parte di Samsung di produrre device appartenenti a diverse fasce, dalla più bassa ed economica alla più costosa costituita da smartphone top di gamma, l’utile netto è crollato in un anno del 19.5%, assestandosi su un valore di 6.11 miliardi di dollari.

La causa principale è da ricondurre prevalentemente al settore telefonico mobile, ed in modo particolare a quello degli smartphone, da un lato caratterizzato da una certa saturazione specialmente del settore di alto profilo dei device top di gamma e dall’altro vittima di una spietata concorrenza che Samsung sta subendo in modo particolare sul territorio cinese da parte di piccoli costruttori low cost.

Samsung si augura che con l’introduzione sul mercato del recente modello Galaxy Alpha e la imminente presentazione del phablet Galaxy Note 4 possa esserci un’inversione di tendenza.

Samsung Galaxy Note 4
Samsung Galaxy Note 4