Il Galalxy Alpha, annunciato ieri da Samsung, sarà il primo smartphone della società coreana che utilizzerà il nuovo processore Exynos 5430, un SoC (System On Chip) basato su tecnologia big.LITTLE di ARM e realizzato con un processo a 20nm che assicura una maggiore efficienza ed un minor consumo di batteria.

Samsung Exynos 5430

Exynos 5430 utilizza due processori che lavorano in sincrono. Un quad core Cortex-A15 da 1.8GHz, che viene utilizzato quando occorrono maggiori prestazioni, ed un quad core Cortex-A7 da 1.3GHz. Per quanto riguarda la grafica, nell’Exynos 5430 è integrata una GPU Mali-T628 MP6 da 533MHz capace di supportare risoluzioni massime WQHD (2560 x 1440) ed WQXGA (2560 x 1600). Nel SoC è integrato anche un Multi Format Codec con dedoder H.265, un dual ISP ed un co-processore separato chiamato Seiren dedicato alla parte audio.

L’Exynos 5430 utilizza anche altre tecnologie in grado di ridurre il consumo energetico tra cui la “Mobile Image Compression” e la “Adaptive Hibernation Display” utilizzata durante il refresh dello schermo.