Il presidente di Sony Ericsson
Mobile, Katsumi Ihara, ha affermato che contrariamente a quanto detto in precenza,
inizialmente, la nuova società lavorerà per alcuni mesi in perdita, vista la
situazione internazionale di crisi. In un primo momento i dirigenti di Sony
ed Ericsson avevano assicurato che la nuova azienda avrebbe iniziato a guadagnare
da subito. Adesso, ovviamente, le stime vanno fatte al ribasso. Resta, comunque,
immutata l’intenzione di diventare il principale produttore mondiale di cellulari
entro cinque anni.

Ihara ha anche affermato che Sony
Ericsson Mobile produrrà cellulari FOMA per NTT DoCoMo entro la metà del prossimo
anno, che saranno seguiti, subito dopo, da terminali UMTS per l’Europa ed un
pò più in là dai terminali per il cdma2000 1x, sempre entro il 2002.

Sony Ericsson Mobile potrebbe
inoltre decidere di cambiare i propri partner in Giappone. Finora, infatti,
Sony ha fornito terminali sia a NTT DoCoMo, che all’altro operatore KDDI, mentre
era escluso il terzo operatore J-Phone. Adesso che J-Phone è controllato da
Vodafone, la situazione potrebbe variare, visto che c’è molto interesse da parte
di Sony Ericsson Mobile a lavorare con Vodafone, in tutti i paesi dove sia presente.
Probabilmente, a farne le spese sarà il secondo operatore nipponico, KDDI.