Nokia ha annunciato oggi che Research In Motion (RIM) ha rinnovato l’accordo pluriennale di licenza per l’utilizzo a livello mondiale di brevetti degli standard necessari per le tecnologie GSM, WCDMA e CDMA2000 Nokia. L’accordo prevede un pagamento iniziale oltre a royalties periodiche da corrispondersi a Nokia.

“Il rinnovo dell’accordo è una dimostrazione del successo della strategia out-licensing su cui si sta sempre più focalizzando la nostra azienda” ha affermato Ilkka Rahnasto, Vice President, Intellectual Property Rights, Nokia, “e conferma, da una parte, il ruolo di primo piano ricoperto da Nokia nello sviluppo delle principali tecnologie, e dall’altra, il valore dei brevetti in quanto asset aziendali".

Nokia, leader nell’innovazione wireless e nello sviluppo di tecnologie GSM e WCDMA, vanta un portafoglio di diritti IPR, tra i più ampi e importanti nel settore wireless, e, dai primi anni ’90 a oggi ha investito circa 35 miliardi di euro in ricerca e sviluppo. Il portafoglio brevetti Nokia include circa 300 brevetti GSM, 370 WCDMA e 170 CDMA2000, dichiarati famiglie di brevetti essenziali.