Huawei è un’importantissima società cinese con obiettivi ambiziosi. I suoi smartphone di primo livello non sfigurano affatto davanti ai più pubblicizzati dispositivi targati Apple o Samsung.
Lo sa bene il presidente di Huawei Devices, nonché CEO del consumer business group di Huawei, Richard Yu, che non nasconde, anzi, le mire espansionistiche della propria società.

Yu è convinto che Huawei prenderà il posto di Apple nel giro di 2/3 anni sul secondo gradino dei più grandi produttori di smartphone al mondo e di superare Samsung, diventando quindi leader del mercato, nel giro di cinque.

Richard Yu
Richard Yu

Huawei, che detiene attualmente il terzo posto nel mercato mondiale dei produttori di smartphone, ha mostrato una fortissima crescita durante il 2015. La società conta di insistere su questa scia, puntando, nel corso dell'anno corrente, ad aumentare del 30% le entrate rispetto a quello precedente.

Yu annuncia che la sua società intende stringere accordi con i gestori statunitensi per penetrare sempre di più, quest'anno, negli USA (dove è conosciuto soprattutto grazie al successo della sua versione del Nexus, il modello 6P).
Lo socrso anno Huawei ha venduto più di 104 milioni di smartphone in tutto il mondo (53% in più rispetto al 2014), che rappresentano il 7,3% del mercato globale (Apple, con i suoi 225,9 milioni di iPhone venduti ha occupato il 15,9%; mentre Samsung con 320,2 milioni di unità vendute, il 22,5%).