<

span>Wind ha annunciato i risultati per il primo trimestre 2006: i ricavi sono aumentati del 2,3 per cento rispetto allo stesso periodo del 2005 con i ricavi da servizi di telefonia mobile aumentati del 13 per cento.

L’EBITDA normalizzato, al netto dell’impatto della Turnover Contribution (contributo istituito dalla legge 23 dicembre 1998), nel primo trimestre 2006 è cresciuto del 17,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e arrivando a 384 milioni di euro.
L’EBITDA margin normalizzato risulta in crescita di 4 punti percentuali e raggiunge il 33,3%.
Al lordo della Turnover Contribution, l’EBITDA cresce dello 0,5%.

Il risultato netto del trimestre è positivo per 14 milioni di euro, in miglioramento rispetto alla perdita di 0,5 milioni di euro nello stesso periodo dell’anno precedente e dovuto soprattutto ad una migliore performance operativa e a riduzione dei costi, degli ammortamenti e delle immobilizzazioni materiali ed immateriali.
Al 31 marzo 2006, Wind ha evidenziato un indebitamento finanziario netto complessivo pari a 6.469 milioni di euro in diminuzione rispetto ai 6.660 milioni di euro registrati al 31 dicembre 2005.
L’indebitamento finanziario consolidato della società controllante, Wind Acquisition Finance S.p.A. (che include e consolida il debito Wind), ammonta a 7.504 milioni di euro, in diminuzione di 179 milioni di euro nel trimestre.