La Corte Federale Distrettuale del Nord Illinois ha respinto le accuse portate da Motorola verso la società taiwanese Dbtel Technology. L’azienda americana aveva trascinato in tribunale Dbtel accusandola di spionaggio industriale, di aver copiato i telefonini di Motorola, di aver violato gli accordi precedenti con la casa americana dopo la fine dell’alleanza tra le due aziende. Dbtel, infatti, aveva prodotto due telefoni per conto di Motorola fino al mese di aprile 2001, quando l’alleanza si era definitivamente rotta. Dopodiché Dbtel aveva iniziato a produrre propri telefonini, dalle fattezze molto simili a quelli di Motorola. La società statunitense era quindi intervenuta, denunciando nello scorso maggio 2002 Dbtel.