D

opo la sua presentazione iniziale su Kickstarter, Remix OS è passato adesso alla versione 2.0 e sarà disponibile dal 12 gennaio.
Agli sviluppatori, ex impiegati di Google, è venuta l’idea di sviluppare un sistema operativo capace di usare Android su un PC o un Mac. L'interfaccia è creata per ricreare con Android un'esperienza da computer desktop.
Attraverso una barra dei menu, si accede alle applicazioni e alle funzioni principali: si può accedere ai file, alle foto, ai video e scaricare app dal proprio account Play Store.
Inoltre, per rafforzare la produttività, Remix OS permette il ridimensionamento delle finestre e il clic destro del mouse.
Se si sceglie di installarlo su PC o su Mac, avremo la possibilità di fare il "boot" direttamente da esso o di usarlo all'interno del sistema operativo ospitante.

Android come un PC o viceversa
Android come un PC o viceversa

Oppure può essere caricato su una memoria flash e portato comodamente in tasca, pronto per essere usato all'occorrenza.
I più geek potrebbero optare per l'acquisto del Remix Mini, un mini PC con processore a 64bit e Remix OS già installato, con uscita HDMI, due porte USB 2.0 e una porta Ethernet (oltre al jack per le cuffie). Inoltre, Wifi e Bluetooth. Tutto a soli 70 dollari.
Il prezzo del Remix OS è, viceversa, del tutto gratuito.
Per girare ha bisogno di una penna USB 3.0 formattata FAT 32, con almeno 8GB e velocità di scrittura raccomandata di 20MB/s, e di un PC con porta USB e possibilità di cambiare opzione di boot.