Con molta probabilità, il nuovo Redmi Note 10 – che sarà il primo smartphone della gamma a supportare la connessione ultra-veloce 5G, sia con le reti SA che NSA – avrà sotto il cofano il chipset MediaTek Dimensity 1000+.

Dimensity 1000+ su Redmi Note 10 5G?

Le ultime indiscrezioni ci raccontano che presto Redmi presenterà dei nuovi smartphone con una frequenza di aggiornamento elevata e il supporto 5G. Anche se non risultano esserci dettagli in merito, si sta ipotizzando su più fronti che si tratti della serie Redmi Note 10.

Il rumor più interessante delle ultime ore parla, però, di un aspetto di fondamentale importanza per un telefono, vale a dire il processore. A quanto pare, infatti, il presunto Redmi Note 10 5G dovrebbe approdare con il SoC Dimensity 1000+ di MediaTek sotto il cofano. In arrivo, secondo la nostra fonte, nel terzo trimestre del 2020, lo smartphone del marchio nato da una costola di Xiaomi dovrebbe inoltre godere di un display con frequenza di aggiornamento fino a 144Hz.

Queste specifiche da top di gamma fanno pensare che possano appartenere non ad un Redmi, bensì ad uno Xiaomi: uno smartphone con uno schermo ad una frequenza di aggiornamento così alta e con in groppa il super processore Dimensity 1000+ ha tutte le fattezze per un brand più blasonato.

Tuttavia, sappiamo che il Redmi Note 10 è in lavorazione e potrebbe arrivare entro la fine di quest’anno: quindi, perché dubitare sul possibile arrivo di un Redmi dalle impetuose caratteristiche?

In ogni caso, ricordiamo che sul portale di certificazione cinese TENAA, il presunto Redmi Note 10 è apparso con alcune interessanti caratteristiche, quali il display OLED FullHD da 6,57 pollici (1080 x 2400 pixel) con aspect ratio 20:9 e una fotocamera principale da 48 MP.

A questo punto, vale la pena attendere ulteriori dettagli per capire quali saranno le fattezze tecniche del nuovo top di gamma di Redmi.

Fonte:Gizchina