Il marchio cinese di telefonia Realme è stato fondato nell’agosto 2018. Sin dai suoi esordi, la compagnia ha infranto tantissimi record. Ora, a poco più di due anni dal suo debutto, è diventata il marchio più veloce al mondo a raggiungere i 50 milioni di spedizioni di device nel terzo trimestre del 2020. La cosa più interessante è che Realme è riuscita ad ottenere questo importante traguardo in mezzo ad una pandemia globale.

Realme: nel 2020 una crescita inarrestabile

Secondo la società di ricerca Counterpoint Research, il brand Realme è cresciuto del 132% su base trimestrale e del 45% su base annua nel terzo trimestre del 2020. Non solo, la società ha anche raggiunto le 50 milioni di spedizioni nello stesso periodo.

Allo stesso modo, il mercato globale degli smartphone è cresciuto del 32% su base trimestrale, mentre è diminuito del 4% su base annua. Inoltre, mentre i principali OEM come Huawei, Apple, OPPO, vivo e LG hanno registrato cali su base annua nello stesso trimestre, al contrario, Realme ha superato le aspettative nonostante il rallentamento dell’economia globale a causa della pandemia.

Non è tutto: sempre in termini di numeri, la società è cresciuta del 300% su base trimestrale nel mercato indiano degli smartphone, del 47% su base trimestrale e del 197% su base annua nella regione SEA. Di conseguenza, l’azienda è anche uno dei cinque principali marchi di smartphone in una serie di Paesi come India, Filippine, Malesia, Indonesia, Tailandia, Vietnam, Myanmar, Cambogia, Singapore, Russia e Australia.

Inoltre non dimentichiamo che, nel suo paese d’origine (la Cina), Realme è arrivata sesta nel terzo trimestre con una crescita del 90% su base trimestrale. Di fatto, nel territorio asiatico, il brand è stato popolare nell’ultimo trimestre grazie ai suoi smartphone 5G di fascia bassa. Fattore determinante per il successo è stato contestuale alla riduzione dei prezzi dei telefoni 5G di ben 150 $ rispetto alla media,.

Nei prossimi mesi, si prevede che la compagnia raddoppi la sua strategia 1 + 4 + N rilasciando un’ampia varietà di prodotti smart. Ad oggi, la sua politica sta andando forte in India, territorio dove il sub-brand di OPPO è cresciuto del 45% su base trimestrale anche nella categoria TWS (cuffie True Wireless Stereo), guadagnando una quota di mercato del 12% nel terzo trimestre del 2020.

L’azienda si è addirittura classificata al terzo posto in questo segmento con due dei suoi modelli più convenienti che sono entrati nella “top 5”. Si prevede inoltre che entrerà nella top 5 in più Paesi europei prossimamente. Staremo a vedere.

Fonte:CounterPoint Research