Quattro anni fa la fondazione Raspberry Pi aveva lanciato l’originale a 256 MB di Raspberry Pi Model B. Negli anni successivi sono state rilasciate altre varianti del concept originale, tra cui il Raspberry Pi 2 e il Raspberry Pi Zero.
Ora è arrivato il turno del nuovo Raspberry Pi 3.

Il Raspberry Pi 3 utilizza una CPU 64-bit quad-core Cortex-A53 ARMv8 a 1,2GHz e per la prima volta include anche Wi-Fi e Bluetooth. Il nuovo processore di Broadcom è il BCM2837, che mantiene la stessa architettura di base come i suoi predecessori. Il BCM2835 utilizzato nel Raspberry Pi 1 e nel Raspberry Pi Zero contiene un singolo core ARMv6 della CPU e una CPU VideoCore IV. Il BCM2836 mantiene lo stesso core della GPU, ma sostituisce la CPU ARMv6 con un quad-core ARMv7 Cortex-A7. Il nuovo BCM2837 rimane essenzialmente lo stesso del BCM2836 ma sostituisce i quattro core Cortex-A7 a 32 bit con quattro core Cortex-A53 a 64 bit.

Raspberry Pi 3
Raspberry Pi 3

In termini di prestazioni, il Raspberry Pi 3 ha un clock a 1,2GHz rispetto ai 900MHz del Pi 2. Tuttavia, con i nuovi core della CPU, più altri miglioramenti architetturali, il Pi 3 dovrebbe risultare circa il 50-60% più veloce rispetto al Raspberry Pi 2 e dieci volte più veloce rispetto all'originale Raspberry Pi. Il Pi 3 include anche un nuovo chip, il BCM43438, costruito utilizzando una tecnologia con processo a 40nm. Il chip include la connettività wireless dual-band a 2,4 GHz e 802.11 a/b/g/n, come anche Bluetooth 4.0 e Bluetooth 4.1.

Come per tutte le altre schede Pi, il Pi 3 è alimentato tramite una porta micro-USB a 5V, anche se stavolta è necessario utilizzare un adattatore da 2,5A per collegare periferiche USB. La fondazione Raspberry Pi dice che continuerà a costruire schede Pi 1 e Pi 2, almeno fino a quando non ci sarà più domanda. Per quanto riguarda prezzo e disponibilità, il Pi 3 si può già acquistare per 35 dollari (circa 30 euro al cambio attuale).