Navteq ha reso noti i risultati di un’indagine per rilevare il gradimento dei consumatori nei confronti dei messaggi pubblicitari mobili nel contesto della navigazione. Si tratta di uno studio di notevole importanza per i produttori di navigatori e di applicazioni di navigazione, impegnati a cercare il modo migliore di implementare i messaggi pubblicitari mobili per offrire all’utente finale un’esperienza positiva e, di conseguenza un impatto maggiore agli inserzionisti.

 

Obiettivo dell’indagine era determinare quali tipologie di contenuti dinamici e, in generale, di localizzazione suscitassero il maggiore interesse da parte degli utenti; misurare il livello di tolleranza dei messaggi pubblicitari mobili in cambio dell’offerta di contenuti, e comprendere meglio la percezione che i consumatori hanno delle diverse forme di pubblicità nel momento in cui la trovano integrata nell’esperienza di navigazione. 

 

Nel complesso, l’indagine ha rivelato che il livello di accettazione dei messaggi pubblicitari nelle applicazioni di navigazione in Europa è alto: il 67% dei consumatori, infatti, afferma di aver acconsentito a ricevere offerte promozionali in cambio dell’accesso gratuito ai propri contenuti preferiti. Il livello di accettazione più elevato si è registrato in Spagna (82%) e Italia (69%).

 

Secondo lo studio, i consumatori attribuiscono grandissima importanza alle informazioni sul traffico in tempo reale, che risultano anche i servizi maggiormente utilizzati. Si tratta di un dato significativo, in quanto suggerisce che i messaggi pubblicitari mobili basati sulla localizzazione, distribuiti nel contesto dei servizi per il traffico, si traducono in un maggiore utilizzo e in una maggiore attenzione da parte del consumatore e, di conseguenza, in un ritorno sull’investimento più elevato anche per gli inserzionisti.

 

I servizi ai quali gli intervistati hanno attribuito il maggior valore sono rappresentati dalle informazioni sul traffico, l’avviso di incidenti in zona, il localizzatore di stazioni di servizio e parcheggi, e le mappe tridimensionali e interattive per orientarsi negli interni di grandi edifici e strutture complesse. La maggior parte degli intervistati ha espresso a questo proposito la propria propensione a utilizzare le mappe indoor almeno una volta alla settimana e la disponibilità a ricevere messaggi pubblicitari in cambio dell’accesso a questo genere di contenuti.

 

L’indagine online ha visto la partecipazione di 1.021 utenti di soluzioni di navigazione su cellulari, navigatori portatili (PND) e navigatori fissi a bordo auto residenti in Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito.