NAVTEQ, fornitore leader a livello globale di dati cartografici digitali per la navigazione stradale e soluzioni basate sulla localizzazione, svela i risultati dello studio “New Navigation Feature Appeal Study”.
Avviata alla fine dello scorso gennaio, l’indagine era volta a misurare l’interesse degli utenti di navigatori nei confronti delle nuove funzionalità di navigazione.

Tra le cinque funzioni più interessanti compaiono i limiti di velocità, le informazioni sul traffico in tempo reale e le indicazioni relative a svincoli e corsie; queste sofisticate funzioni, infatti, risultano molto importanti per gli utenti intervistati, che le hanno collocate rispettivamente al primo, al secondo e al terzo posto.

NAVTEQ
NAVTEQ

Secondo l’indagine condotta da NAVTEQ, l’attuale classifica delle funzioni di navigazione privilegiate dai guidatori italiani rivela al primo posto gli avvisi di velocità, quali avvisi autovelox e limiti di velocità, seguiti da indicazioni aggiornate quali la visualizzazione dei svincoli e gli attributi di corsia estesi, in linea con le preferenze espresse dai conducenti intervistati in Germania, Francia, Spagna e Regno Unito. Gli utenti italiani si sono schierati accanto agli intervistati degli altri paesi anche nel manifestare un elevato interesse nei confronti delle informazioni sul traffico in tempo reale.  
I conducenti italiani hanno espresso anche il desiderio di ricevere informazioni sui costi associati al raggiungimento della loro destinazione.

L’indagine evidenzia anche l’interesse italiano per il cosiddetto “branded search” (ossia i criteri di ricerca basati sul nome o il marchio dell’oggetto ricercato) di POI e loghi. Esprimendo il desiderio di poter utilizzare il criterio branded search per individuare rapidamente negozi, alberghi, ristoranti e stazioni di rifornimento, gli italiani sembrano optare per una navigazione non solo da svolta a svolta, ma anche da marchio a marchio. Ultima considerazione, ma non per minore importanza, anche se piuttosto ovvia: l’Italia considera le guide turistiche e quelle dei ristoranti tra i punti di interesse di maggiore rilevanza.

NAVTEQ
NAVTEQ

“Domandiamo costantemente ai clienti cosa chiedono a un sistema di navigazione, e incorporiamo i loro desideri al fine di rendere la loro esperienza di guida più semplice e meno logorante”, ha commentato Frank Pauli, vice presidente responsabile di prodotto di NAVTEQ. “Questo tipo di indagine svolge un ruolo di valore incalcolabile, in quanto ci aiuta a identificare la soluzione più funzionale per i clienti. Disponendo delle informazioni pertinenti, siamo in grado di continuare a fornire ai costruttori di sistemi le mappe e gli strumenti di cui hanno bisogno per sviluppare prodotti di navigazione altamente commerciabili”.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum