Dopo Snapdragon 618 e 620, successivamente rinominati in Snapdragon 650 e 652, il chipmaker americano Qualcomm ha appena svelato i nuovi Snapdragon 625, 435 e 425. Qualcomm Snapdragon 625, costruito con processo produttivo a 14 nanometri, è il successore dello Snapdragon 617. Rispetto al suo predecessore vanta un consumo energetico ridotto del 35 percento, che consentirà una maggiore autonomia ai dispositivi. Al suo interno sono presenti otto core a 64-bit Cortex-A53 da 2,0GHz, un modem X9 LTE con velocità di download che arriva fino a 150Mbps in download e supporto 4K. Il chipset, assistito da un processore grafico Adreno 506, è in grado di gestire due fotocamere rispettivamente da 24 e 13 megapixel.

A volte ritornano
Qualcomm svela Snapdragon 625, 435 e 425

Qualcomm Snapdragon 435 (28 nanometri), integra otto core Cortex-A53 a 64-bit, con frequenza di clock che può arrivare fino ad 1,4GHz. Rispetto al modello precedente integra un modem X8 LTE Cat.7, con velocità di download che arriva fino a 300Mbps. Supporta fotocamere fino a 21 megapixel e display con risoluzione Full HD (1.920 x 1.080 pixel). La grafica, infine, è gestita da una GPU Adreno 506.

Qualcomm Snapdragon 425 (28 nanometri), il meno performante dei tre nuovi SoC presentati, integra al suo interno una CPU quad-core Cortex-A53 con frequenza operativa pari a 1,4GHz, oltre ad un modem X6 LTE Cat.4 con velocità di download che arriva a 150Mbps, una GPU Adreno 306 ed è in grado di gestire sensori posteriori fino a 16 megapixel.

I tre nuovi SoC saranno disponibili per i produttori di dispositivi mobili entro la metà del 2016.