Si estende ancora la gamma di processori Qualcomm Snapdragon. L’azienda di San Diego ha presentato al mondo due nuovi SoC progettati per essere utilizzati in ambito Internet of Things. I chip sono l'evoluzione dei modelli 410 e 600, difatti prendono nome 410E e 600E; quella “E” a suffisso del codice sta proprio ad indicare che si tratta di prodotti destinati ad applicazioni embedded.

Qualcomm
Qualcomm

Il modello 410E è un processore formato da quattro core cloccati a 1,2GHZ e una GPU Adreno 306 che comprende anche Bluetooth 4.1, tecnologia GPS e supporto per le reti WiFi standard 802.11 b/g/n. Il modello 600E è invece è un po' più potente e versatile, dal momento che monta 4 core cloccati a 1,5GHz e una GPU Adreno 320 e che prevede supporto per le reti WiFi standard 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0 e tecnologia GPS.
Non è difficile immaginare quale impiego potranno trovare questi due SoC; il più potente dei due (600E) probabilmente sarà integrato in elettrodomestici che necessitano di maggior potenza di calcolo, come ad esempio i frigoriferi smart, mentre il modello 410E potrebbe trovare impiego in orologi, braccialetti o altri dispositivi indossabili.

Qualcomm Snapdragon 410E + 600E
Qualcomm Snapdragon 410E + 600E

Congiuntamente alla presentazione di questi due nuovi processori, Qualcomm ha anche annunciato una partnership con l'azienda di componentistica Arrow Electronics. Questo nuovo accordo in sostanza permetterà a tanti potenziali nuovi clienti di poter effettuare anche piccoli ordini; in altre parole d'ora in poi anche mini-società – come startup in ambito IoT – potranno prenotare dal gigante dei semiconduttori anche piccole quantità di chip (anche soli 100 pezzi) proprio grazie all’intercessione di Arrow Electronics.