Quanto è valida la fotocamera del nuovo top di gamma Samsung? La batteria di capacità aumentata è sufficiente per tenere a bada il nuovo processore? E quanto sono valide le nuove tecnologie utilizzate? Dopo aver completato i primi test di laboratorio, possiamo dare una risposta a tutte le domande rimaste in sospeso. Ecco tutti i segreti dell’ultimo Galaxy S7.

Il design rimane un punto fermo

In questo Primo Contatto troverete le risposte alle sette domande chiave sui nuovi modelli di punta Samsung, ma non solo. Parliamo, ad esempio, del design. Lo scorso anno il Galaxy S6 aveva fissato nuovi standard di qualità nel mondo Android. A prima vista, con l’S7 non è cambiato molto: la forma del case è più rotonda e organica, ma il design iconico in vetro-metallo è rimasto. All’interno, invece, le modifiche sono tante: l’alloggiamento della scheda nanoSIM può ospitare anche una scheda di memoria fino a 200GB e il corpo è schermato internamente contro acqua e polvere, ma senza utilizzare antiestetiche guarnizioni a vista.

Galaxy S7
Benvenuto Marshmallow

I Galaxy S7 e S7 Edge sono i primi smartphone Samsung dotati di serie di Android 6 Marshmallow con un’interfaccia leggermente ridisegnata. Android 6 fornisce tutta una serie di vantaggi: ad esempio, se non si usa lo smartphone per diverso tempo, la batteria viene posta in uno stato di sospensione profonda, estendendone di fatto la durata. Inoltre, l’utente ha la possibilità di revocare alle app l’accesso ai dati privati. Come sempre, Samsung utilizza la propria interfaccia utente, un po’ più complessa rispetto a quella degli smartphone “pure Android” come i Nexus. Sono però disponibili diversi extra; ad esempio, dal menu Galaxy Labs è possibile fare in modo di avere tutte le icone delle app sulla schermata Home, come negli iPhone.

Un auricolare degno di nome

Samsung ha aggiornato la dotazione e per la prima volta l’auricolare del telefono funziona davvero bene. Inoltre, ogni dispositivo è dotato di un piccolo adattatore USB, così è possibile trasferire velocemente tramite cavo i dati presenti su un vecchio Galaxy. Tramite l’adattatore è possibile usare anche dischi USB esterni oppure tastiere e mouse. Connettendo un monitor esterno in modalità wireless, il Galaxy diventa un vero mini-PC. Peccato non sia possibile utilizzare una connessione HDMI (tramite adattatore MHL) come in precedenza.

Samsung Galaxy S7 Edge

Meglio la versione Edge o quella normale?

Quale modello di S7 è migliore? Tecnicamente entrambi sono quasi identici. Qualche differenza la si nota solo nei dettagli: l’S7 è leggermente migliore per quanto riguarda la ricezione LTE e la qualità della fotocamera. L’unica differenza significativa, però, è la durata della batteria: solo l’S7 Edge riesce ad essere ai livelli del Galaxy S5, mentre l’S7 è solo nella media. La differenza principale rimane la dimensione: con il passaggio da 5,1 a 5,5″ il display dell’S7 Edge ha la dimensione ideale per gli utenti di smartphone più accaniti: Internet, giochi e video sull’Edge sono meglio fruibili, e nonostante tutto lo smartphone rimane ancora comodo da maneggiare. L’S7 è preferibile solo se desiderate un telefono di dimensioni più compatte.

Conclusioni

I test di laboratorio dei nuovi Samsung Galaxy S7 convincono quasi in tutti i campi. Solo l’autonomia rende meno appetibile l’S7. Chi ha voglia di coniugare design elegante e tecnologie avanzate, può trovare nel Samsung Galaxy S7 Edge il suo telefono da sogno. Lo svantaggio: il prezzo è molto alto, simile a quello dell’iPhone di Apple.

Nella seconda pagina è presente la tabella con tutti i risultati del test per entrambi i top di gamma Samsung. Il voto finale espresso in stelle è identico, cioè quattro stelle e mezzo per entrambi i Galaxy S7. Dobbiamo però fare una precisazione: il voto esatto di entrambi oscillerebbe tra le quattro e le quattro stelline e mezzo, con il Galaxy S7 Edge di poco più sbilanciato verso il punteggio più alto e il Galaxy S7 verso quello più basso.
1) QUANTO È BUONA LA FOTOCAMERA?
Andando controcorrente, Samsung ha ridotto la risoluzione della fotocamera del Galaxy S7 da 16 a 12 megapixel. Con la luce del giorno la qualità di quella dell’S7 Edge raggiunge quasi quella dell’iPhone 6S Plus, mentre l’S7 fa anche meglio. La messa a fuoco automatica dell’S7 è davvero molto veloce; anche in condizioni di luce scarsa entrambi gli S7 sono migliori rispetto all’S6, anche grazie alla lente capace di catturare più luce (f/1.7 al posto di f/1,9 per l’S6). Tuttavia, l’iPhone 6s è migliore in condizioni di scarsa luce. Tutti, però, vengono lasciati al palo dai Microsoft Lumia 950/950 XL. Voto Foto (scarsa luce): 2; Voto Foto (giorno): 3,5.

01
Con la luce del giorno gli S7 reggono bene l’impatto con i concorrenti, ma con scarsa luce sono inferiori per nitidezza e dettaglio
sia rispetto all’iPhone 6s Plus che al Lumia 950 XL.

2) QUANTO DURA LA BATTERIA?
Con il test d’uso misto intensivo nessuna versione dell’S6 si era avvicinata alle 10 ore di autonomia. Per l’S7 Edge le aspettative erano superiori, anche perché la batteria non rimovibile da 3.600 mAh ha una capacità superiore del 20% rispetto a quella dell’S6 (3.000 mAh). Nel test di laboratorio l’S7 si è spento dopo 10 ore e 16 minuti di uso intensivo, superando l’S6 Edge di 48 minuti e l’S6 Edge Plus di 34 minuti. Non male, ma non basta, perché l’iPhone 6S Plus ha tre ore in più di autonomia. Nel test l’S7 ha mostrato un consumo leggermente superiore durante la navigazione e le chiamate. Anche il processore più veloce contribuisce a consumare di più, tanto che il calore prodotto dev’essere dissipato con un sistema di raffreddamento a liquido. La modalità di stand by profondo di Android 6.0 consente di risparmiare batteria quando non si usa lo smartphone. Voto Batteria: 3.

02
Con il display da 5,5 pollici e la sottile cornice, il Galaxy S7 Edge
ha dimensioni perfette.


3) QUANTA MEMORIA HA?

L’S6 era gravemente carente su questo versante, ma nell’S7 ritorna lo slot per schede di memoria. Il nuovo modello ha 24GB di memoria disponibili per dati e applicazioni, le dimensioni che uno si aspetterebbe da un telefono di fascia alta come questo. Oltretutto la memoria interna è più veloce e più affidabile di qualunque micro-SD aggiuntiva. Nonostante Android 6.0 permetta di installare e avviare app dalla scheda di memoria, Samsung non usa questa feature. Probabilmente a causa della inferiore velocità delle schede rispetto alla memoria interna o anche perché la scheda dev’essere riformattata per permettere l’installazione di app, cosa che potrebbe portare l’utente a cancellare accidentalmente anche dati utili. Voto Memoria: 3,5.

03
Lo slot per la scheda microSD e la Nano SIM.


4) È PIÙ VELOCE RISPETTO AGLI ALTRI?

Il Galaxy S7 utilizza un potente processore a otto core Samsung Exynos 8 Octa 8890 e 4GB di RAM. Le app e i giochi, anche quelli con grafica pesante, funzionano senza intoppi. Nel benchmark AnTuTu i due Galaxy S7 hanno raggiunto il punteggio record di quasi 130.000 punti, doppiando quasi gli S6 e sbaragliando la concorrenza. A parte l’iPhone 6s Plus, che raggiunge valori simili, nessun altro smartphone può competere con gli S7. Ma i benchmark sono una cosa, l’uso quotidiano un’altra. Nella realtà di tutti i giorni il vantaggio dell’S7 sull’S6 è meno evidente. Voto Velocità: 4,5.

04
I test effettuati con AnTuTu benchmark.


5) QUANTO È BUONA LA RICEZIONE?

Anche in uno smartphone tuttofare le chiamate e la connessione Internet sono alla base di tutto. Il test audio certifica la buona qualità dei due Galaxy S7. Il vivavoce, purtroppo, evidenzia qualche lieve disturbo, come negli S6, e questo fa posizionare l’S7 un gradino sotto l’attuale generazione di iPhone. Tra l’S7 e l’S7 Edge ci sono anche differenze di trasmissione e ricezione; i risultati del test UMTS sono simili, mentre quando si passa all’LTE 800 l’S7 Edge mostra una certa debolezza rispetto all’S7, probabilmente perché l’antenna è integrata nel telaio metallico. Rispetto alla concorrenza, comunque, i due Samsung si posizionano nella fascia alta per quanto riguarda la ricezione. Voto Ricezione: 3,5.

05
Qualità di ricezione migliorata, anche se il Galaxy S7 Edge
ha qualche debolezza con l’LTE.


6) COME SI COMPORTA IL DISPLAY?

I due Galaxy S7 hanno il miglior display mai utilizzato da Samsung in un suo smartphone. Rispetto al già buono display dell’S6 Edge, il contrasto del Super AMOLED dell’S7 è più che raddoppiato (3.578:1 per l’S7, 1.453:1 per l’S6). La fedeltà dei colori della versione Edge è elevata (94,30%, di poco inferiore rispetto a quello dell’S7 normale). La luminosità è notevole: con 760 candele per metro quadrato l’S7 Edge è più luminoso del normale S7 (719 Candele); tuttavia, il dispositivo attiva la luminosità massima solo in modalità automatica e in ambienti luminosi, per preservare sia il display che la batteria. Voto Display: 4,5.

06
Nessun problema con il sole: il display dell’S7 è particolarmente luminoso e ha un elevato contrasto.

7) COSA RENDE SPECIALE L’EDGE?
Se a prima vista l’S7 Edge sembra cambiato poco, prendendolo in mano si sente la differenza rispetto all’S6. Nel nuovo Samsung la parte posteriore è leggermente arcuata e questo lo adatta meglio alla curva del palmo della mano. Parlando di arrotondamenti: nell’S6 il bordo smussato era piuttosto basso. Nell’S7 invece è più pronunciato: consente l’esecuzione di Mini App e la finestra con le informazioni è due volte più larga di prima. Così è possibile avere sempre in vista un news ticker, una info bar con i risultati delle partite o un elenco con le app in esecuzione. Le applicazioni di terze parti possono utilizzare il bordo ricurvo per funzioni speciali. Voto Utilizzo: 4.

A seguire trovate la tabella con tutti i risultati del test. Per ingrandire
l’immagine è sufficiente cliccarci sopra.

 

Tabella Galaxy S7 small
Risultati test Galaxy S7 e S7 Edge

Le migliori offerte di oggi per Samsung Galaxy S7: tutti i prezzi

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum