presentazione htc
presentazione htc

“Ottocentomila Touch dopo”, HTC torna sul mercato pronta a stupire di nuovo, presentando alla stampa una “ondata” di device elettronici adatti a coprire le esigenze dei diversi target di utenza finale. Nell’evento organizzato al locale Noy di Milano, High Tech Computer lancia una serie di prodotti destinati a spostare l’attenzione del grande pubblico sul produttore taiwanese, già ammaliato a giugno dall’uscita sul mercato del fortunato Touch. In questo senso, è Daniele De Grandis, capo delle operazioni per l’Europa mediterranea, a fare da padrone di casa ai tanti ospiti che si sono avvicendati davanti a un folto pubblico di giornalisti.

presentazione htc
presentazione htc

Il tocco, la sensibilità, la facilità d’uso, queste le tre mission di HTC, che investe il mercato del nostro paese con nuovi terminali eredi di alcuni modelli del passato (è questo il caso di P6500, S730, Touch Dual), accanto ad apparecchi nati da concept del tutto nuovi (come lo Shift, device che ricorda un sub-notebook).

“La tecnologia vista come semplificazione della vita quotidiana” era un obiettivo già sottolineato nella presentazione di Touch dello scorso giugno; anche in questo nuovo incontro con la stampa, e tramite il Dr. Wang, CMO dell’azienda di Taiwan, il concetto è stato ripreso, con la felice frase “Our Teacher is the baby”. Il significato è molto semplice: tornare ai primi passi della vita di ciascuno di noi, a quel senso di intuitività necessario per arrivare a poter disporre di un terminale che fornisca soluzioni, piuttosto che far sorgere una nuova e lunga serie di problematiche.

La “Touch Revolution Century” non investe soltanto HTC, ed è stato proprio Wang a stressare questo concetto: il fatto che una compagnia blasonata come Apple abbia sposato il progetto di High Tech Computer, risalente al 2005, porta come implicazione un nuovo orientamento del settore, che cerca (e cercherà) di lanciare nuove soluzioni alle esigenze sempre più opprimenti del consumatore.

Sullo sfondo della presentazione dei nuovi prodotti di HTC, ancora una volta c’è stata la collaborazione con Microsoft, alla quale si è aggiunta quella con Telecom Italia Mobile, ora partner del produttore taiwanese nel nuovo orizzonte di Mobile Office (un settore in crescita esponenziale, come ha dichiarato Lucio Govinelli, executvi VP Vendite di TIM).

document.write(”);
La visione della videoprova necessita di un breve periodo di attesa, variabile a seconda del tipo di connessione che state utilizzando.

I nuovi prodotti di HTC sono quattro: Shift, P6500, S730 e Touch Dual.

Il primo apparecchio è un terminale molto interessante, perché si ritorna a potenziare il subnotebook, o la Mobile Computing.

Dal display estremamente ampio, Shift propone dimensioni comunque contenute (207x129x25 millimetri), a fronte di un peso di 800 grammi. Con parte telefonica/pda e push mail sempre attiva, questo è un prodotto che sicuramente farà parlare di sé, anche per la presenza di Windows Vista. HTC si aspetta molto da Shift, per un prodotto che verrà proposto a poco meno di 1300 euro.

 

presentazione_htc_10_07
presentazione_htc_10_07

 

P6500 è invece un terminale più di nicchia, dalle dimensioni importanti (per il PDA che rappresenta), e provvisto di riconoscimento di impronte digitali e lettore di codice a barre 2d. Ha anche GPS integrato, per un palmare che implementa Windows Mobile 6.0 e il sistema duale GSM e UMTS (ovviamente è anche HSDPA). Probabilmente destinato a equipaggiare pubbliche amministrazioni o utenti ben specifici.

 

presentazione_htc_10_07
presentazione_htc_10_07

Anche S730 è un terminale molto interessante, uno smartphone che come il resto della nuova famiglia di HTC sarà disponibile sul mercato a partire dalla fine di ottobre. Quad-Band GSM, ma anche UMTS-HSDPA, S730 ha dimensioni molto contenute, tastiera estesa a scomparsa e un display TFT da 2.4 pollici. È inoltre provvisto di fotocamera da 2.0 megapixel, connettività bluetooth alla quale si aggiunge la presenza del Wi-Fi.

presentazione_htc_10_07
presentazione_htc_10_07

Ma lo smartphone che ha tenuto tutti con il fiato sospeso è stato l’erede di Touch, il Dual, sul quale si ritrovano tutte le funzioni del predecessore e il fantastico Touch Flo, qui migliorato in maniera vistosa. 3G e HSDPA, questo nuovo Dual ha in più rispetto a Touch il meccanismo slide, tramite il quale si riconosce una tastiera alfanumerica scorrevole. La funzionalità dello sfioramento è stata perfezionata, tanto che oggi è possibile fare lo slide show delle immagini scattate con la fotocamera posteriore, e addirittura completare zoom e rotazione delle stesse. Accanto alla presentazione di Dual, anche il nuovo abito di Touch, che oggi si veste di Arctic Silver per un grigio che strizza l’occhio soprattutto all’utenza femminile. Non solo; da oggi insieme a questo prodotto sarà offerta la tastiera virtuale a schermo interno, scaricabile in maniera gratuita per chi si sarà dotato in precedenza di Touch.

presentazione_htc_10_07
presentazione_htc_10_07

La sensazione che ci ha lasciato questa nuova presentazione di HTC è una grande organizzazione, unita alla voglia di convincere l’utenza finale che questi sono prodotti sui quali si può e si potrà sempre contare, per ogni esigenza.

 

document.write(”);
La visione della videoprova necessita di un breve periodo di attesa, variabile a seconda del tipo di connessione che state utilizzando.