Nonostante i wearable vengano indicati come i dispositivi del momento, destinati secondo molti a rappresentare la naturale evoluzione del mercato smart, le vendite faticano a decollare, e anzi pare che il segmento specifico degli smartwatch sia in forte contrazione, come evidenziato in un’indagine di mercato condotta dalla IDC. Tale indagine ha preso in esame il secondo trimestre del 2016, confrontandolo con il secondo trimestre del 2015, e certificando una decrescita delle vendite di oltre il 32%. Un dato indubbiamente preoccupante, che deve invitare a un'inevitabile approfondimento.

La top 5 dei produttori di smartwatch
La top 5 dei produttori di smartwatch

È evidente che, in questa prima parte del 2016, il mercato smartwatch stia soffrendo il mancato lancio di una nuova generazione di Apple Watch, l'unico indossabile che ha fatto registrare numeri di vendita importanti per un singolo modello, ma che ovviamente allo stato attuale risulta essere troppo "datato" per continuare a trainare il settore. Allo stesso tempo, è evidente che i produttori debbano lavorare maggiormente nello sviluppo delle funzionalità di questi prodotti, ancora troppo limitati per poter rappresentare dei veri e propri "crack" di mercato. Molto interessante anche la tabella in alto relativa alle singole aziende, che evidenzia come Apple sia la regina incontrastata del settore, pur avendo fatto registrare una decrescita importante tra il 2015 e il 2016, così come i competitor che, pur crescendo, hanno di fatto generato volumi di vendite irrisori.

Insomma, il mercato smartwatch pare essere tutt'altro che florido, e a questo punto il lancio di Apple Watch 2 diventa sempre più cruciale per il settore, così come l'IFA di Berlino, una vetrina che i produttori sfrutteranno per presentare le loro nuove proposte per la seconda parte del 2016. Staremo a vedere se le aziende riusciranno effettivamente a imprimere una svolta al mercato wearable oppure se assisteremo ad un inaspettata debacle di questo segmento.