Android continua a conquistarsi fette di territorio anche fuori dal mercato della telefonia mobile. Pioneer, ad esempio, ha scelto recentemente questo OS per gestire un suo nuovo prodotto: l’XDP-100R. Si tratta di un player portatile per audiofili, in grado di riprodurre anche file audio di qualità come i FLAC.

Presentato il mese scorso durante l’IFA di Berlino, questo nuovo lettore portatile si presenta parecchio costoso (700 dollari) e con un bel design: minimal e squadrato. La scelta di usare del metallo (alluminio) per il case non è affatto casuale. L’interfaccia del dispositivo è completamente touch – proprio perché si tratta di un prodotto gestito da Android – eccezion fatta per il potenziometro del volume, che è un piccolo cilindro incastrato nel fianco destro.

Pioneer XDP-100R (nero)
Pioneer XDP-100R (nero)

Che siamo di fronte ad un prodotto di alta qualità lo si capisce non solo dall’aspetto, ma anche dal fatto che, oltre ai FLAC, supporta diversi formati di file, come MQA, ALAC e DSD fino a 11,2 MHz. Ovviamente i tradizionali WAV, AIFF, Ogg-Vorbis, MP3 e AAC non mancano. Per di più, al fine di eliminare gli effetti del cosiddetto “digital noise”, l’azienda ha anche deciso di usare due circuiterie separate: una per il processore e un’altra dedicata per l’elaborazione digitale del suono. Potenza dell’amplificatore interno: 115 dB. La gamma di frequenze riproducibili va 20 a 80.000 Hz.

L’XDP-100R è uno scatolotto da 198 grammi con un display touch da 4,7 pollici, una uscita audio minijack standard per le cuffie (ma che può fungere anche da Line Out), un connettore microUSB (di tipo OTG) e 32 GB di memoria di massa, più 2 slot per microSD – ognuno dei quali può supportare una scheda sino a 128 GB. Con una sola carica Pioneer garantisce 10 ore continue di riproduzione di musica ad alta qualità.

Pioneer XDP-100R (silver)
Pioneer XDP-100R (silver)

Due le colorazioni disponibili: grigio e nero. Il device viene fornito anche con due bumper, due protezioni in gomma da infilare sulla parte alta e bassa. Sulla commercializzazione si hanno notizie vaghe; probabilmente in Giappone sarà venduto per l’inizio di dicembre 2015.