A partire da quest’estate l’isola di Patmos, gioiello del Dodecanneso e sempre più ricercata meta turistica per la sua bellezza e magnetismo, è wireless grazie a Nortel.

Connessioni internet e broadband wireless in tutta l’isola grazie alle soluzioni wireless mesh (reti senza fili dove la trasmissione avviene via peer-to-peer) implementate da Nortel attraverso la joint venture greca con Unisystems (Uni Nortel). Il network prevede l’apertura di hot spot e connessioni wi-fi in tutta l’isola garantendo quindi la possibilità di essere aggiornati sulle ultime news, scaricare dati, chattare o fare videochiamate, rimanere in contatto con gli amici per non perdere neanche un appuntamento dell’isola e magari anche lavorare.

E a settembre insegnanti e studenti di Patmos, e delle isole limitrofe, potranno beneficiare del nuovo network ed utilizzare la connessione per migliorare ed arricchire il patrimonio scolastico e i metodi didattici.

L’idea di "un’isola collegata" nacque negli anni ‘90 quando il celebre Nicholas Negroponte, assiduo frequentatore dell’isola, manifestò l’esigenza di una connessione internet e in poco tempo creò 12Net, un server provider locale, grazie al quale Nortel ed Unistystem sono stati oggi in grado di rendere Patmos la ‘prima isola wireless’.