All’aeroporto di Tokyio
si sta testando un nuovo dispositivo che ha il sapore di quei film anni '70 di fantascienza. Il produttore dietro a questo interessante esperimento è Panasonic e il dispositivo è chiamato Megaphoneyaku (il suffisso finale Yaku significa proprio traduzione). Si tratta di un megafono tradizionale con un phablet fissato nella parte superiore. Tale apparecchio è in grado di tradurre in 3 diverse lingue: inglese, cinese e coreano; non appena si parla dentro di esso in una di queste lingue, si può impostare la traduzione in tempo reale verso una delle due restanti.

Panasonic: il megafono traduttore
Panasonic: il megafono traduttore

L'idea nasce da un problema verificatosi nel 2014 quando l'aeroporto di Tokyo è stato colpito da un alluvione: il personale non è stato in grado di comunicare con i viaggiatori stranieri bloccati in aeroporto, con tutti i disagi derivati dai compiti di primo soccorso. Sicuramente il dispositivo non sarà in grado di fare una traduzione differente da quella degli attuali software, tuttavia permetterà di far capire almeno il "succo" del discorso alla persona verso cui è destinato. Staremo a vedere.

 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum