PalmSource sta discutendo in questi giorni con l'azienda cinese produttrice di cellulari Ningbo Bird e TCL, di recente alleata di Alcatel, per offrire in licenza il proprio sistema operativo PalmOS, che potrebbe di conseguenza essere utilizzato dalle due società in dispositivi portatili di prossima realizzazione.

Nessuna indiscrezione è arrivata da David Nagel, presidente e amministratore delegato di PalmSource, sulla conclusione di un accordo, le cui trattative sarebbero ancora ad uno stadio iniziale. Se un'intesa dovesse essere raggiunta, PalmSource vederebbe aumentare rapidamente la propria presenza sul mercato, in particolare quello asiatico, vista la leadership di Ningbo Bird sul mercato cinese della telefonia mobile e le ambizioni di TCL, che insieme ad Alcatel mira a diventare nei prossimi anni fra i cinque produttori di cellulari più importanti. Nel frattempo Lenovo Group e Founder Group, i due principali produttori di computer in Cina, hanno già siglato un'accordo con PalmSource per ottenere la licenza del sistema operativo PalmOS.