Importante tappa della storia del maggiore produttore mondiale di PDA. Palm ha, infatti, superato i 20 milioni di palmari venduti nel mondo, una cifra che, se confrontata con il mercato dei cellulari fa certamente sorridere.

Il nome palmare stesso è legato indissolubilmente all’azienda di Santa Clara, che rappresenta uno degli orgogli della California, insieme ad Hollywood ed alla funicolare di San Francisco. Fin dal 1996, anno di uscita del Pilot, primo PDA di Palm, la società americana ha segnato un’importante tappa nella storia della comunicazione mobile. La semplicità di utilizzo, il costo basso, la lunga durata della batteria, hanno fatto dei palmari di Palm un vero must nel settore. I terminali di Palm hanno fatto la loro comparsa in film e serie televisive come Friends, Sex and the City e molti altri. Con l’arrivo sul mercato dello Zire, ultimo prodotto di fascia bassa di Palm, la casa americana ha tentato di vivacizzare ulteriormente il mercato e di imporsi anche in altri segmenti ancora inesplorati, come quello dei giovanissimi e delle donne.

Attualmente Palm detiene quasi il 40% del mercato, nonostante la forte concorrenza dei Pocket PC e delle altre aziende che hanno conseguito la licenza per utilizzare il noto sistema operativo Palm OS. Con l’arrivo sul mercato dello Zire, ma anche dei nuovi e potenti Tungsten T e Tungsten W, Palm si pone in una posizione di forza sul mercato come non avveniva da tempo, con ottimi auspici per il futuro dell’azienda californiana.