È durato oltre un mese il campionato mondiale di League of Legends 2019, ora giunto a una conclusione: la finale si è svolta la scorsa domenica a Parigi, presso l’AccorHotels Arena con FunPlusPhoenix (FPX) che ha sconfitto G2. Il tutto sponsorizzato da OPPO, insieme ad altri importanti partner globali. È dunque FPX a vincere l’ambita Summoner’s Cup, il premio più prestigioso di League of Legends Esports per il quale si sono sfidate ben 24 squadre che si sono affrontate in una serie di epici e avvincenti death match in cui OPPO ha debuttato in qualità di partner globale esclusivo nel torneo.

Premio MVP e Reno2 experience

Nei giorni antecedenti la finale, dal 5 al 10 novembre, OPPO ha organizzato peraltro un experience booth in cui ha presentato il premio Most Valuable Player (MVP) e ha mostrato il suo straordinario smartphone Reno2 lanciato in Europa lo scorso ottobre. La partnership esclusiva per gli eventi internazionali di LoL Esports (il The World Championship, il Mid-Season Invitational e l’All-Star Event) durerà fino al 2024.

OPPO è soddisfatta di far parte di questo entusiasmante torneo, che ci offre l’opportunità ideale per condividere il nostro splendido Reno2 con i fan di tutto il mondo.

Ha dichiarato Brian Shen, Vicepresidente e Presidente del Global Marketing di OPPO.

Gli utenti hanno così modo di avere un’esperienza diretta con la  fotocamera dell’OPPO Reno2 e la sua ottimizzazione per il gaming. Dai cosplay ai look-in dietro le quinte, OPPO Cam ha permesso ai fan di tutto il mondo di godere dell’esperienza dell’evento dal vivo sfruttando la tecnologia proprio della fotocamera del telefono OPPO.

La partnership a lungo termine con il publisher di League of Legends Riot Games si aggiunge agli altri importanti partner sportivi di OPPO, come Wimbledon, FC Barcellona, l’International Cricket Council e un altro torneo mobile di Esports: la Tencent Playerunknown Battle Ground Mobile Challenger Cup. Si conferma così l’interesse dei player attuali verso gli Esports. Tanto per citare alcuni partner globali di LoL Esports: MasterCard, State Farm, Alienware, SecretLab e Page 2 of 2 Louis Vuitton.

Tornando al premio MVP, ad aggiudicarselo è stato TIAN, per la sua prestazione straordinaria. In palio c’era proprio il nuovissimo OPPO Reno2, con il quale Nicolo Laurent, CEO di Riot Games, ha realizzato un selfie con l’MVP utilizzando OPPO Reno2 sul palco, mettendo in evidenza l’eccezionale tecnologia della fotocamera dello smartphone. Anche allo stand OPPO, i fan hanno potuto scattare foto con il trofeo dell’MVP e provare l’ultimo smartphone dell’azienda, Reno2, ma anche partecipare al concorso “Rift de Paris”, con cui l’azienda chiedeva ai fani di esplorare la città e mettere alla prova le loro abilità fotografiche con l’obiettivo di vincere un OPPO Reno2.

Lo stand OPPO ha anche organizzato una “Rift de Paris AR Experience” per dare vita a una mappa a tema parigino di Summoner’s Rift, la mappa di gioco su cui si svolgono le battaglie di League of Legends Esports, che ha creato contenuti divertenti e condivisibili per i fan da condividere sui loro canali social preferiti.